argentina deputato hector olivares

Argentina, spari contro parlamentare macrista: è grave. Morto il suo accompagnatore


Un deputato nazionale vittima di un agguato a Buenos Aires, nei pressi del parlamento della Repubblica Argentina. Si tratta di Héctor Olivares verso il quale sono stati esplosi colpi di arma da fuoco. Nell’agguato è rimasto ucciso Miguel Marcelo Yadón, collaboratore del parlamentare che era con lui. È successo poco prima delle 7 del mattino di giovedì 9 maggio, ora locale.

argentina deputato hector olivares


Héctor Olivares è membro della Ucr, Unión civica radical, e fa parte della maggioranza che sostiene il governo di Mauricio Macri. Le ultime notizie parlano di condizioni gravi. Olivares ha ricevuto un proiettile in pieno addome.



Soccorso, è stato trasportato all’ospedale Ramos Mejía dove è sottoposto a un intervento chirurgico. Secondo fonti mediche, i colpi gli hanno causato lesioni al fegato e al pancreas. Uno dei proiettili è entrato e uscito dall’addome fermandosi nel braccio sinistro. La progonosi resta riservata. Colpito all’addome anche Yadón, che si occupa di opere pubbliche alla provincia argentina de La Rioja, luogo di elezione del deputato.

argentina spari deputato hector olivares


Le indagini non escludono nulla, anche se si esclude la rapina terminata. Più probabile, secondo gli inquirenti, una aggressione mirata. Saranno le telecamere di sicurezza a fornire ulteriori elementi. Ciò che appare quasi certo, è che i colpi sono partiti da un veicolo in movimento, molto probabilmente un’auto.

argentina deputato hector olivares


Stando alle informazioni trapelate, un secondo proiettile avrebbe colpito Héctor Olivares all’addome. Tra le altre cose, nella sua attività parlamentare, Olivares si è occupato recentemente anche di una legge contro le ‘barras bravas’, la tifoseria violenta nel calcio, da sempre emergenza in Argentina. Da tutto il mondo politico argentino, messaggi di solidarietà al parlamentare.

Individuata l’auto utilizzata nell’agguato, una Volkswagen Vento, grazie ai filmati delle camere di sicurezza della zona, nelle ore successive la polizia federale ha fermato il 51enne Rafael de la Santísima Trinidad Cano Carmona. L’uomo risulta essere il cognato del proprietario del veicolo.