Un allarme bomba alla Bombonera ha costretto le autorità argentine a disporre l’evecuazione dello stadio “Alberto J. Armando” del Boca Juniors. I fatti a poche ore dalla partenza da Buenos Aires della squadra Xeneize per Madrid dove, domenica 9 dicembre, disputerà la seconda constestata finale di Copa Libertadores contro il River Plate. A confermare l’accaduto lo stesso club azul y oro all’agenzia di stampa spagnola Efe.


Tutti i presenti, impiegati e visitatori, dopo essere stati informati della segnalazione – arrivato con una telefonata anonima – sono stati evacuati dal personale di sicurezza della Bombonera. Conferme sono arrivate dal ministero della Giustizia, dal quale dipende la polizia della città di Buenos Aires e il reparto specializzato ha provveduto a ispezionare locali e pertinenze dello stadio. Ma l’allarme si è rivelato falso ed è tuttavia bastato per parlare di clima non sereno in vista del match.



La squadra Xeneize ha effettuato stamattina l’ultimo allenamento prima di partire per la Spagna, nel complesso “Pedro Pompilio”, a pochi metri dalla Bombonera. Nelle ore successive la tifoseria ha organizzato un incontro con la squadra per un affettuoso ‘bandierazo’ di saluto prima dell’impresa spagnola. Difficile al momento ritenere se l’accaduto sia da collegare alle ostilità tra tifosi in vista del Superclásico sul campo neutro del Bernabéu.

Ecco il nuovo stadio del Boca Juniors. Ma la Bombonera non si tocca

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE