L’Interpol argentina ha arrestato a Buenos Aires, tra i quartieri di Cañuelas e Palermo, due cittadini italiani e un argentino con cittadinanza italiana ritenuti appartenenti alla ‘ndrangheta calabrese. Gli arresti sono stati eseguiti mercoledì 22 luglio e si inquadrano in una operazione condotta dalle Divisione federale di investigazione della polizia federale argentina in collaborazione con la polizia di stato e la Direzione distrettuale antimafia. Sui tre arrestati pendeva un ordine di cattura internazionale.

argentina buenos aires arresti 'ndrangheta interpol

La stampa argentina parla di arresti avvenuti dopo tre anni di indagine. Si tratta degli italiani Giovanni Di Pietro (64 anni), Fernando Sarago (79) e dell’italo-argentino Fabio Pompetti (54). Dalle informazioni diffuse dalla magistratura, emerge la loro “posizione di rilievo” nell’organizzazione calabrese.


Gli agenti argentini hanno dapprima individuato il luogo di domicilio dei tre uomini per poi eseguirne l’arresto per strada. Al momento sono a disposizione del giudice federale di Lomas de Zamora, Juan Pablo Auge, e del giudice federale di Buenos Aires, María Romilda Servini de Cubría.


argentina buenos aires arresti 'ndrangheta interpol

“L’indagine aveva come obiettivo la localizzazione e l’arresto di membri della ‘ndrangheta sia nel territorio italiano che in Sudamerica e la disarticolazione di ramificazioni dell’organizzazione criminale”, spiegano fonti investigative di Reggio Calabria. Gli arrestati sono ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico di cocaina.

Triste e surreale: Buenos Aires, La Boca quartiere fantasma senza turisti per il Covid

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE