Una nuova specie di dinosauro quadrupede erbivoro è stata scoperta nella Patagonia argentina, precisamente nella provincia di Neuquén. La caratteristica di questo animale preistorico vissuto 140 milioni di anni fa è di essere dotato di spine sul collo, probabilmente con funzione di difesa da altri animali. Con questa ennesima scoperta di fossili, la Patagonia argentina si conferma una sorta di parco Giurassico dell’emisfero sud.

argentina dinosauro Bajadasaurus pronuspinax


Il ritrovamento è stato documentato sulla rivista Nature e il ‘nuovo’ dinosauro è stato battezzato Bajadasaurus pronuspinax proprio per via della sua particolarità fisica. Apparterebbe alla famiglia dei dicreosauridi, dinosauri erbivori vissuti tra il Giurassico superiore e il Cretacico inferiore in Africa e Sudamerica.

Il Bajadasaurus pronuspinax si va così ad aggiungere alle oltre duecento specie di dinosauri finora scoperte in Argentina. Ritrovamenti in diverse zone del paese, ma con numero maggiore in Neuquén.

Bajadasaurus pronuspinax argentina dinosauri


“Riteniamo che le lunghe e appuntite spine sul lungo ollo e sul dorso servissero per scongiurare i predatori”: è l’idea di Pablo Gallina, ricercatore del Conicet, paragonabile all’italiano Cnr. Molto probabile è che queste spine fossero coperte da una guaina di cheratina, così da renderle molto simili alle corna di molti mammiferi.

Bajadasaurus pronuspinax argentina


Altre ipotesi, ma considerate meno probabili dai ricercatori, è che le spine servissero come regolatori della temperatura corporea, oppure fossero una sorta di cresta ornamentale da sfoggiare nel periodi di amore, o ancora meno probabile è che servissero a sostegno di gobbe con la stessa funzione di cammelli e dromedari.

Almeno al momento non è possibile avanzare ricostruzioni sul peso e dimensioni esatte dell’animale preistorico, in assenza di altri resti fossili a composizione di una parte sufficiente dello scheletro.


Argentina, terra di dinosauri. Ritrovati resti di un Talenkauen Santacrucensis