Un altro lutto per il calcio argentino e, in modo particolare, per il Boca Juniors. È morto Alfredo Graciani, ex attaccante xeneize, all’età di 56 anni per un infarto. Era soprannominato Murciélago, il pipistrello, e proprio nel Boca ha vissuto la sua parte migliore di carriera, arrivando a vincere una Supercopa nel 1988 e il campionato nel 1991. All’attivo 250 partite e 83 gol.

alfredo graciani morto boca juniors argentina

“Il Boca Juniors, con dolore, dà l’addio a Alfredo Graciani, attaccante che ha segnato un’epoca negli anni Ottanta con le sue 250 partite, 83 gol e due titoli. Il club è vicino a famiglia e amici in questo momento triste. Hasta siempre…”, si legge sui social del club xeneize.

Noto per la sua velocità e capacità di definizione, Alfredo Graciani aveva cominciato la sua carriera in seconda divisione con la maglia dell’Atlanta per poi arrivare al Boca Juniors, nel 1985, diretto da César Luis Menotti. Era un momento non facile per la società azul y oro dal punto di vista finanziario e Graciani riuscì a ottenere subito il favore della tifoseria. Storico l’attacco di quegli anni con Jorge Rinaldi e Jorge Comas.


alfredo graciani morto boca juniors argentina

Anni dopo, nel 1991, Alfredo Graciani fu da valido supporto al duo d’attacco formato dai più giovani Gabriel Batitusta e Diego Latorre nella squadra diretta da Oscar Washington Tabárez. Dopo essere ceduto in prestito al Racing, Graciani tornò al Boca Juniors nel 1993 per poi continuare la sua carriera nell’Español, Atlético Tucumán, Argentinos Juniors e, infine, nel calcio svizzero.

Boca Juniors-River Plate, con la Copa Argentina arriva il terzo Superclásico dell’anno

Lionel Messi, nuovo record: secondo calciatore con più titoli della storia. La top 10

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE