La pandemia è uguale per tutti e anche il calcio argentino è costretto a fermarsi per la seconda volta in poco più di un anno. La decisione arriva a seguito delle nuove restrizioni imposte dal governo di Alberto Fernández. Una scelta obbligata, vista la situazione sanitaria in cui versa l’Argentina per la seconda ondata di coronavirus (L’Argentina torna in lockdown nelle aree a rischio. “Peggiore momento della pandemia”).

calcio argentina sospeso coronavirus copa américa
Il presidente Afa, Claudio Fabián Tapia

Sono sospesi i campionati di tutte le categoria, compresa la prima divisione, fino al 30 maggio, ultimo giorno di quasi lockdown deciso per la quasi totalità del paese. Come si legge nel comunicato, l’Afa, la federazione calcio argentina, “a seguito delle misure sanitarie annunciate ieri dal presidente Alberto Fernández, ha deciso di sospendere la programmazione delle partite in tutti i locali concorsi che organizza dalle ore 20 di oggi fino a domenica 30 maggio 2021 compresi”.

“L’Afa collabora con le autorità nazionali, provinciali e comunali dal 20 marzo 2020 allo sviluppo di protocolli sanitari finalizzati alla cura della famiglia calcistica e della società in generale, nel rispetto di ognuna delle decisioni prese. leader e da esperti epidemiologici. Ecco perché, in questo momento in cui il nostro amato Paese deve fare uno sforzo in più per controllare questa angosciosa pandemia che ci affligge, l’Afa e tutti noi che facciamo il calcio accompagneremo ancora una volta le autorità nazionali sospendendo la programmazione delle partite corrispondenti a tutte le gare locali per un periodo di nove giorni”.


Ancora incerto, però, il destino delle partite di Copa Libertadores e di Copa Sudamericana. Non è ancora stato deciso se le squadre argentine interessate potranno beneficiare di un permesso speciale per allenarsi e, inoltre, se potranno ospitare le gare interne nei propri impianti.

calcio argentina sospeso coronavirus copa américa

La situazione sanitaria nel subcontinente, inoltre, sta interessando anche la Copa América 2021, in programma da venerdì 11 giugno a sabato 10 luglio 2021. La Colombia, difatti, altro paese organizzatore insieme all’Argentina ha deciso di rinunciare per la grave situazione sociale nel paese, scosso da violenti scontri di piazza. Di qui la scelta di far disputre l’intero torneo in Argentina.

Di conseguenza, altri stadi argentini si aggiungono alla lista di quelli che ospiteranno, o almeno dovrebbero ospitare, gli incontri del torneo contientale. Inizialmente si trattava solo del Monumental di Buenos Aires, Kempes di Córdoba, Madre de Ciudades di Santiago del Estero e Malvinas Argentinas di Mendoza. A questi si vsanno ad aggiungere la Bombonera di Buenos Aires, il Libertadores de América dell’Independiente di Avellaneda, lo stadio Ciudad de La Plata e il Bicentenario di San Juan.

Lionel Messi e rinnovo Barcellona, niente è ancora deciso. Le prossime mosse dell’argentino

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE