“È andato tutto bene, come previsto. Diego sta bene e riposa nella sua stanza”. Subito dopo l’intervento, lo staff di Diego Armando Maradona ha tranquillizzato quelli che, in Argentina e nel resto del mondo, attendevano notizie sull’esito dell’operazione. Il Diez, informano i medici, ha superato con successo la rimozione dell’ematoma subdurale presente nell’emisfero sinistro.

diego armando maradona riuscito intervento testa ematoma subdurale
Leopoldo Luque

La necessità di intervenire chirurgicamente era sorta dopo una tac, tra gli approfondimenti clinici ai quali è stato sottoposto Maradona dopo il ricovero in una clinica di La Plata. Di là la decisione di procedere a intervento, a Buenos Aires, per rimuovere l’ematoma. A capo dell’equipe medica c’era Leopoldo Luque, neurologo e medico personale del Pelusa.


Dopo un’ora e venti minuti di sala operatoria, Maradona è sottoposto a drenaggio per qualche ora e nei prossimi giorni saranno valutati i tempi delle dimissioni.


diego armando maradona riuscito intervento testa ematoma subdurale

L’ematoma, come hanno poi chiarito i medici, potrebbe essere stato una conseguenza della boxe, che Maradona ama praticare oppure dopo una caduta dalla panchina del suo Gimnasia La Plata lo scorso anno. Con ogni evidenza, un piccolo trauma che lentamente ha generato il versamento.

Nei prossimi giorni, Maradona sarà sottoposto anche agli altri esami clinici previsti dal check-up generale che era lo scopo iniziale del suo ricovero. Da diverse settimane lo storico numero dieci presentava un quadro psico-fisico dimesso.

Maradona, cosa c’è dietro l’ultimo ricovero. Le ultime difficili settimane del Diez

Diego Armando Maradona: età, altezza, peso, origini, fratelli, soprannomi, ex moglie, amanti, figli e presunti, titoli

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE