maradona allenatore gimnasia la plata superliga argentina

Maradona torna ad allenare: una panchina difficile in Superliga argentina


Già nell’imminenza dell’intervento chirurgico al ginocchio, si era parlato del futuro di Diego Armando Maradona. Futuro calcistico, s’intende. Perché nelle intenzioni del Diez c’è sempre stato un ritorno a breve in panchina. Ciò che restava fuori dalla certezza era il club che il Pibe de oro sarebbe andato a guidare. Il suo rappresentante legale, Matías Morla, aveva reso noto l’interesse per averlo come allenatore di alcuni club e delle nazionali di Venezuela e Bolivia. Nulla di concreto, fino all’ultima indiscrezione.


Corrisponde a un ritorno di Maradona nella Superliga argentina, sulla panchina del Gimnasia y Esgrima La Plata, noto nella sintesi di Gimnasia La Plata o semplicemente Gimnasia: una voce che ha fatto rumore per diversi giorni, tra favorevoli e contrari, anche all’interno dello stesso club.

Qualche dubbio lo ha avuto anche Diego considerando che si tratta di una squadra che è in una posizione delicata in classifica al punto di lottare per scongiurare la retrocessione. Per rimpiazzare l’allenatore uscente, Darío “El indio” Ortiz, si è parlato di un ritorno di Julio César o di Eduardo Domínguez (ex Huracán e Colón de Santa Fe) e Gustavo Álvarez (attualmente alla guida dell’Aldosivi di Mar del Plata).

maradona allenatore gimnasia la plata superliga argentina


Nei giorni delle trattative, Maradona ha sorpreso tutti, Gimnasia compresa, per aver chiesto che del suo staff facesse parte un altro mito del calcio argentino, Gabriel Batistuta. Ma Batigol, pur ringraziando il Pibe, ha rinunciato. “Voglio ringraziare Maradona per l’offerta che aspettavo da tempo. Purtroppo il 17 settembre, a Basilea, ho un intervento chirurgico programmato per l’applicazione di una protesi alla caviglia che praticamente non mi permette di camminare. Gli auguro con fervore il meglio”, ha scritto Batistuta su Twitter.

maradona allenatore gimnasia la plata superliga argentina


Poi la svolta, con la firma giovedì 5 settembre, con l’aspetto economico che, stando alle cronache, non sembra aver costituito un problema. “Ciò che potete pagarmi mi sta bene, mi interessa la proposta per l’affetto manifestatomi da una grande squadra che sta attraversando un momento negativo”, ha dichiarato Maradona. “I soldi non sono una priorità nella mia vita perché, in verità, non mi mancano”, ha aggiunto con la franchezza che lo caratterizza.

Il Diez debutta nella sesta giornata di Superliga domenica 15 settembre al Bosque, lo stadio del Gimnasia, contro il Racing. Poi ci sarà la trasferta contro il Talleres, la sfida in casa col River Plate e di nuovo in trasferta per affrontare il Godoy Cruz.

The Best Fifa 2019: Argentina batte Italia 4-1 con Messi e tre allenatori. I candidati