Di tifosi sfegatati è pieno il mondo e trovare un fan enormemente fan di Diego Armando Maradona non è certo impresa impossibile. Ma la storia di Walter Rotundo è davvero singolare. Da anni è suo un ‘primato’. Era ed è così fanatico del Pibe de Oro al punto da lasciare il suo ‘sigillo’ sulla cosa più preziosa della sua vita, le sue figlie.



Quando Maradona giocò la finale di Italia 90, persa contro la Germania, l’argentino Walter aveva solo otto anni. Ma rimase colpito dal pianto del Diez quando il match decisivo decretò la Germania campione del mondo. In quel momento, ha raccontato, ha cambiato idea sui calciatori. Aveva sempre pensato che quello fosse il loro lavoro, ma le lacrime di Maradona gli fecero capire che, almeno per qualcuno, il calcio è molto di più.



In quei momenti tristi per qualsiasi tifoso argentino il suo sentimento verso il suo idolo cominciò a crescere a dismisura. Fino all’età di 21 anni quando la vita gli ha regalato due gemelle. Nessun dubbio sul nome: Mara e Dona. Un fatto che ricorda i tanti Diego battezzati a Napoli e dintorni negli anni del Diez con la maglia azzurra, ma moltiplicato per due. Molto di più dei ‘semplici’ tatuaggi in suo onore: di sicuro nel mondo se ne conterebbero a milioni.

argentina tifoso maradona chiama figlie mara e dona


Quella di Walter, che oggi ha 37 anni, non è stata una scelta ‘autoritaria’: anche la madre delle bimbe è stata d’accordo nell’omaggiare Diego in modo così particolare, indelebile. Come racconta, però, non è l’unico. Negli anni successivi a quel mondiale aveva sentito parlare di un uomo che aveva dato quei nomi alle sua figlie e pensò: “Farò lo stesso”.

argentina tifoso maradona chiama figlie mara e dona


Nel 2011 la gravidanza e solo alla seconda ecografia la scoperta del sesso delle nasciture. In quel momento si ricordò della promessa fatta a se stesso, e indirettamente a Maradona. Il 26 luglio del 2011 l’arrivo delle piccole nell’ospedale Sanatorio de La Trinidad Mitre di Buenos Aires. Di lì all’anagrafe: Mara Delfina e Dona Isabella.

argentina tifoso maradona chiama figlie mara e dona


Oggi le bimbe hanno otto anni e sembrano condividere col papà la passione per il calcio. La squadra del cuore è l’Arsenal di Sarandí, ma è chiaro che ora c’è da tifare anche il Gimnasia de la Plata.

argentina tifoso maradona chiama figlie mara e dona


Per Walter, però, resta da fare una cosa: incontrare Maradona. Qualche volta è riuscito a scambiarsi messaggi con la figlia Dalma che nella sua opera teatrale “La hija de Dios” ha anche parlato delle due bambine.

argentina tifoso maradona chiama figlie mara e dona


Diego conosce ovviamente la loro storia e nel 2012 da Walter ha ricevuto una lettera con tanto di foto delle piccole. Maradona ha ricambiato, ringraziando, con un messaggio vocale nel quale esprimeva emozione per la scelta ‘anagrafica’ così estrema. E da allora spera (anche le sue due bambine) di poterci parlare dal vivo.

E spunta anche il quarto figlio di Maradona a Cuba. “Gli somiglia”