Una tradizione che si rinnova. Pare proprio che la Juventus, delusa da un’annata contraddistinta sì dall’ottavo scudetto consecutivo, ma anche da una bruciante eliminazione in Champions League, abbia le mani sul nuovo astro nascente del calcio argentino.

È Matías Soulé, talento appena sedicenne (è nato il 15 aprile del 2003) del Vélez Sarfield, che con sole tre apparizioni nella nazionale U16 ha già stregato gli osservatori di mezzo mondo. Una punta tecnica, veloce, che nelle speranze di osservatori e tifosi bianconeri potrebbe rinverdire i fasti di autentiche leggende come Omar Sivori o, più recentemente, Carlos Tévez o Paulo Dybala.

Matías Soulé vélez sarsfield juventus


I bianconeri sembrano essere molto vicini alla conclusione dell’affare, dato che il ragazzo ha da tempo rifiutato il primo contratto da professionista con la società di Liniers, coltivando la speranza di avere la sua occasione in un club europeo. E la Juventus oggi, al di là dell’annata negativa che va a concludersi, è senz’ombra di dubbio fra i top team del Vecchio Continente.

D’altro canto, secondo quanto anticipato dal quotidiano Olè, il giocatore pare ben disposto a dare il suo assenso per un trasferimento a Torino, e il suo entourage, col procuratore Martín Guastadisegno in testa, sarebbe già stato in Italia nei giorni scorsi, con un’offerta bianconera in mano.

Paradossalmente, però, sotto la Mole, Matías Soulé potrebbe non trovare più un suo connazionale, che negli ultimi quattro anni qualcosa di buono da quelle parti l’ha combinato. Non è infatti escluso che Paulo Dybala, reduce da una stagione molto al di sotto delle aspettative e oscurato in parte dalla stella Cristiano Ronaldo, possa cambiare aria, magari accettando le lusinghe provenienti da oltre Manica, o meno probabilmente uno scambio con l’Inter che coinvolgerebbe un altro campione argentino, Mauro Icardi. Insomma, anche oltre Messi c’è vita: il fútbol albiceleste si appresta a infiammare i prossimi mesi del calciomercato europeo.

Hernán López, il pronipote di Maradona pronto al grande salto col River Plate

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE