Finalmente arrivata l’attesa sentenza del Tas di Losanna, chiamato a decidere il ricorso presentato dal Boca Juniors relativo agli scontri in occasione della finale di Copa Libertadores contro il River Plate, il 24 novembre del 2018. Come noto, prima dell’incontro, il bus della squadra xeneize era stato preso d’assalto da alcuni tifosi millonarios prima di accedere al Monumental, con non poche conseguenze anche fisiche su alcuni calciatori del Boca. Il Tribunale arbitrale ha deciso, come prevedibile, senza nessun effetto sulla finale né sull’assegnazione del trofeo sudamericano.

river plate boca juniors scontri finale libertadores sentenza tas

Resta quindi valido il 3-1 a favore del River Plate, risultato della seconda finale disputata nel dicembre scorso al Bernabeu di Madrid. Tuttavia, il club diretto da Marcelo Gallardo si vede applicare una sanzione: dovrà disputare due match senza pubblico. Il tribunale di Losanna ha considerato la società del River Plate responsabile del fallimento nella predisposizione di adeguate misure di sicurezza. Nessuna sanzione economica: River e Boca sono solo chiamate a coprire i costi di lite in parti uguali.

river plate boca juniors scontri finale libertadores sentenza tas

Le due partite senza il supporto del pubblico saranno, come comprensibile, di Copa Libertadores, ma a queste se ne aggiunge un’altra che ha sanzionato l’uso di bengala durante la semifinale di andata nella edizione 2019 della coppa. Di conseguenza, la squadra di Nuñez scenderà in campo senza ‘inchada’ in occasione dei match casalinghi contro i peruviani del Binacional (11 marzo), il San Paolo (22 aprile) e la Liga di Quito (5 maggio).

“Marcelo Gallardo lascia il River Plate”. E già si fa il nome del prossimo allenatore

Loading...