Rubén José Suñé Chapa Boca Juniors

Boca Juniors in lutto, addio al ‘Chapa’ Suñé, idolo del ‘gol fantasma’


È morto l’ex calciatore Rubén José Suñé, il ‘Chapa’, idolo del Boca Juniors degli anni Settanta, uno degli eroi della tifoseria Xeneize. Due coppe Libertadores, una Intercontinentale, ma molti lo ricordano soprattutto per un gol al River Plate nel 1976.

Suñé si è spento all’eta di 72 anni nell’ospedale Britannico di Buenos Aires, ma le cause del decesso non sono state rese note dai responsbili della struttura, sicuramente su richiesta della famiglia.



La sua carriera calcistica lo ha portato a indossare anche le maglie del San Lorenzo, Unión de Santa Fé e Huracán, ma è stata la azul y oro del Boca a convertirlo in un idolo negli anni Settanta, quando ha anche portato al braccio la fascia di capitano.

Col club della Bombonera ha vinto otto titoli comprese le Libertadores del 1977 e 1978 e la Intercontinenale battendo il grande Borussia Mönchengladbach. Ma del Chapa tutti ricordano il famoso ‘gol fantasma’ segnato ai Millonarios nel 1976 che regalò il campionato al Boca. Ci fu una grande polemica per quella punizione: la palla che si infila all’incrocio dei pali a sinistra del portiere Ubaldo Fillol.

Rubén José Suñé Chapa Boca Juniors


Fu contestato perché l’arbitro Arturo Iturralde, tra i migliori dell’epoca secondo le cronache calcistiche argentine, non aveva fischiato. Ma lui stesso aveva in precedenza avvertito i capitani delle due storiche rivali che la nuova regola prevedeva la possibilità di tirare senza il ‘via’ del giudice di gara.



Il ‘Chapa’ Suñé, assediato da una severa depressione aveva tentato il suicidio nel 1984, all’età di 37 anni lanciandosi dal settimo piano del suo appartamento. Superato l’episodio, tornò a lavorare col Boca che realizzò una statua nella Bombonera in onore delle sue 377 presenze e 52 gol.

Rubén José Suñé Chapa Boca Juniors


Statua che fa compagnia a quelle di Antonio Rattin, Ángel Rojitas, Diego Armando Maradona, Riquelme, Martín Palermo, Carlos Bianchi e Guillermo Barros Schelotto.

Papa Francesco avrà il suo stadio a Buenos Aires. Conferma San Lorenzo: nuovo impianto intitolato a Bergoglio