vino boca juniors vino argentino

Calice xeneize. Dal Boca Juniors il primo vino di alta gamma del calcio mondiale


Non è una novità assoluta che una squadra di calcio abbia il suo vino, con i suoi colori, a ‘inebriare il sentimento’. Ma l’idea del Boca Juniors si presenta in modo diverso: unire la passione per il club xeneize al vino argentino di alta qualità. Obiettivo: posizionarlo sul mercato interno come fuori dai confini nazionali, puntando, almeno in parte, a un segmento di clientela medio-alta.

vino boca juniors vino argentino


Non si tratta neanche di una novità in casa Boca Juniors, ma stavolta il vino, rigorosamente rosso, per la società guidata da Daniel Angelici è prodotto Durigutti Family Winemakers di Mendoza. Tra i tre che compongono la gamma spicca il 1905, da uve Cabernet Franc, Petit Verdot e Malbec. Il nome del vino corrisponde all’anno di fondazione del Boca Juniors​ che è anche quello dei vigneti. Prezzo 2.500 pesos, poco meno di 40 euro al cambio attuale.

vino boca juniors vino argentino


1905 è accompagnato da altre due etichette altrettanto ‘identitarie’. República de la Boca è un Malbec 2017 di Luján de Cuyo per 1.200 pesos (18 euro circa). Infine, quello più ‘da tifoso’ che è il Mitad+1, annata 2018, per 500 pesos (8 euro scarsi) e fa riferimento al vecchio detto in base al quale i tifosi del Boca sono la maggioranza in Argentina.

vino boca juniors vino argentino


Per dare maggiore esclusività ai vini del Boca Juniors la decisione di non inserirli nella grande distribuzione. Quindi non potranno essere acquistati nei supermercati ma solo in enoteche selezionate in tutto il paese oppure direttamente nella sede boutique del produttore, sul sito ufficiale del Boca o su quello dell’azienda a cui sarà affidata la commercializzazione.

È in Argentina la migliore cantina del mondo, nella Valle de Uco. Altre 4 nella top 50

La Bombonera: storia, capienza, miti del tempio del Boca Juniors