wanda nara mauro icardi valore contratto

Mauro Icardi e Wanda Nara hanno ‘bruciato’ (almeno) 30 milioni di euro


Parlare di difficoltà economiche della coppia argentina Mauro Icardi-Wanda Nara sarebbe un eccesso, ai limiti della follia. Però, va detto, se i social di entrambi, della moglie-manager soprattutto, brillano di sfarzo e occasioni da mille e una notte, una parte della realtà è diversa.

wanda nara mauro icardi valore contratto


Non sono lontani i tempi in cui qualcuno, dal calcio allo showbiz passando per la famiglia dell’attaccante, ipotizzavano una “rovina” di Icardi. Con, aggiungevano, tutta responsabilità di Wanda.

wanda nara mauro icardi valore contratto


Non è chiaro quanto le scelte, spesso drastiche, del numero 9 interista siano interamente personali e quanto concordate con la moglie, ma è facile intuire che possano essere condivise, magari cercando di costruire situazioni da ‘voce grossa’, ‘ricatto’ verso la società. Evidentemente con poco esito.

Perché è sotto gli occhi di tutti, addetti ai lavori e tifosi, che il peso di Icardi è diminuito considerevolmente. Un fatto quasi inedito considerando la portata tecnica e l’ancora giovane età. Sul valore di Mauro Icardi sono intervenuti più fattori.

wanda nara mauro icardi valore contratto


Se è vero che il 26enne argentino ha una clausola rescissoria di 110 milioni di euro, la sua ridottissima presenza in campo negli ultimi mesi (peraltro, 11 reti contro le 29 della precedente stagione diventandone capocannoniere) e la esclusione dalla Copa América ne hanno abbassato parecchio la quotazione personale. Inevitabilmente: il mercato è giustamente severo.

Tutti ricordano i 160 milioni di euro a cui la società di Milano voleva portare la clausola rescissoria. Ora, però, Mauro Icardi vale la metà. A segnalarlo è Transfermarkt, quindi la fonte più autorevole: 80 milioni di euro. Il valore di Icardi ha subito l’effetto montagne russe.

wanda nara mauro icardi valore contratto


L’8 giugno del 2017 era di 50 milioni, saliti a 75 alla fine dello stesso anno. Il 7 giugno del 2018 erano già 95, ma il 20 dicembre la cifra tonda dei 100. Poi comincia la discesa: il 1 marzo del 2019 si parlava di 90, ma il successivo 6 giugno si è arrivati a 80 milioni di euro.

Il resto lo hanno aggiunto le cronache sportive di mercato: l’Inter lo cederebbe a 60 milioni, ma la Juventus si fermerebbe a 40. Altre chance? Beppe Marotta, ad dell’Inter, è al lavoro. Più che svenderlo, assicura qualcuno, potrebbe tentarsi uno scambio.

Maradona, nazionali e club: le squadre che vogliono il Diez come allenatore