Anche uno dei piatti più tipici della cucina argentina, in cui da sempre la carne regna sovrana, si adegua alle usanze pasquali. Se è vero che le empanadas non sono solo ripiene di carne, quelle tipiche del periodo di Pasqua, in un paese di tradizione cattolica, presentano la ‘variante pesce’. Sono le cosiddette empanadas de vigilia, che si preparano durante la Settimana santa.

argentina empanadas de vigilia pasqua ingredienti ricetta

Le empandas de vigilia prendono il nome dal loro tradizionale consumo il giorno della vigilia di Pasqua. Il ripieno è principalmente di tonno con verdure ma le varianti sono diverse a seconda della zona e, chiaramente, dei gusti. C’è chi al posto del tonno usa il merluzzo, partendo dal prodotto fresco. O, ancora, chi non ama il pesce e le riempie di formaggi e verdure o cipolla e formaggio.


Non è una ‘esclusiva’ argentina, essendo altrettanto in uso le empanadillas de la vigilia in Spagna e in altri paesi dell’America Latina, uniti da passato coloniale e costumi legati al dato religioso.


Gli ingredienti delle empanadas de vigilia, per 3/4 persone: 12 dischi di pastasfoglia o le classiche tapas per empanadas, 500 grammi di tonno sminuzzato, olio di oliva quanto basta (considerando che il tonno ne apporta già di suo), 500 grammi di cipolla, due pomodori, 2 peperoni. E poi pepe, peperoncino, paprica e origano a seconda dei gusti. Infine, un pizzico di zucchero che servirà dopo aver chiuso le empanadas.

argentina empanadas de vigilia pasqua ingredienti ricetta

La ricetta delle empanadas de vigilia – Prima di tutto soffriggere la cipolla e dopo aggiungere i pomodori e i peperoni tagliati a cubetti. A questo punto si procede con l’aggiunta delle spezie, secondo gusti e si aggiunge il tonno. Far cuocere, aggiungere del sale fino e dopo lasciar raffreddare il tutto. Questo è il momento delle ‘varianti’: c’è chi aggiunge uova sode, olive e/o acciughe per ottenere un sapore più deciso. Altri preferiscono verdure, come spinaci.

Dopo aver predisposto i dischi di massa, collocare su ognuno il ripieno ottenuto precedentemente e ben mescolato, all’incirca un cucchiaio grande. Di qui procedere alla chiusura delle singole empanadas a mano, aiutandosi con una forchetta.

Spennellarle singolarmente con uovo crudo e spolverarle con un po’ di zucchero: non è male il leggero contrasto con il ripieno salato. Dopo avere riscaldato il forno, vanno cotte a 200 gradi fino a vederle assumere un aspetto ‘dorato’.

Empanadas argentine, ogni provincia ha la sua. Anche con lama, guanaco, frutti di mare

Torta negra galesa, il dolce dei pionieri gallesi nella Patagonia argentina. Storia e ricetta

Facturas argentine, le ‘pastarelle’ dai nomi anarchici per tutte le ore

Il gelato alla yerba mate ‘esiste’: la ricetta per farlo a casa

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE