argentina perché si mangiano gnocchi del 29 ogni mese

Perché in Argentina ogni 29 del mese si mangiano gli gnocchi (ñoquis)


Gli gnocchi del 29 di ogni mese: è una delle eredità della storica emigrazione italiana in Argentina, ma è anche una costante in Uruguay e finanche in Paraguay. Tra le tante, è l’usanza che forse colpisce maggiormente per la sua regolarità, che resiste al fascino della modernità tipico del paese sudamericano. Le origini non sono certe, ma la traccia principale è quella che rimonta a San Pantaleone.

argentina perché si mangiano gnocchi del 29 ogni mese


Giovane medico originario di Nicomedia, nella attuale Turchia, San Pantaleone si convertì al Cristianesimo cominciando a peregrinare per l’Italia, dando il suo aiuto a poveri e infermi che incontrava sul suo cammino. Secondo la leggenda, si presentò esausto e affamato presso l’abitazione di una famiglia umile di pescatori veneti. Nonostante le ridotte possibilità, fu invitato alla loro mensa.

argentina perché si mangiano gnocchi del 29 ogni mese


Una versione data l’accaduto il 29 luglio, un’altra il 29 dicembre. 29, comunque. Entrambe, però, coincidono sul cibo che fu offerto a colui che sarebbe più avanti diventato santo: gli gnocchi. Per sdebitarsi, il pellegrino augurò a quella famiglia un anno di prosperità e abbondanza. E così fu. Per questo, da allora, il 29 del mese si convertì in una data in cui preparare gnocchi da condividere, come auspicio di un futuro certo.

Gli gnocchi di patate sono il frutto di sviluppi successivi. Ai tempi del cammino di San Pantaleone – tra la fine del III e l’inizio del IV secolo – le patate non erano ancora arrivate dalle Americhe ed è quindi certo che si trattasse di gnocchi preparati con sola farina.

argentina perché si mangiano gnocchi del 29 ogni mese


Una variante della remota leggenda vuole che dopo la partenza di Pantaleone, in quella casa apparirono monete d’oro sotto i piatti. E da questo che deriva un’altra usanza argentina, quella di accompagnare gli gnocchi con un biglietto augurando ricchezza.

Una versione meno mistica degli gnocchi del 29, e molto più recente, ha la sua ambientazione in Piemonte che, va ricordato, è una regione che ha dato molto alla prima emigrazione italiana in Argentina. Era il 1690, ci fu un pessimo raccolto di grano portando alla fame un paesino.

argentina perché si mangiano gnocchi del 29 ogni mese


A quel punto si decise di usare le patate – che nel frattempo erano arrivate dalle Americhe – per preparare una pasta senza il grano riuscendo a sfamare gli abitanti del posto. Da quel momento si decise di preparare gnocchi ogni 29 giugno, data del santo patrono, per rendere onore al raccolto di patate.



In Argentina li si mangia ovunque, a casa e in qualsiasi punto ristoro. Meno frequente, ormai, è prepararli preferendo la versione industriale. Quanto al condimento, anche la tradizione di un sugo leggero di pomodoro è affiancata da varianti spesso troppo ‘ardite’, lontane dalla semplicità della loro origine.

C’è, infine, una nota di colore. In Argentina, ñoquis (il corrispondente di gnocchi) sono stati chiamati anche gli impiegati pubblici e quelli che non vanno al lavoro, ma si presentano ogni 29 del mese per ritirare lo stipendio.

Il dulce de leche, quell’errore che cambiò per sempre il palato degli argentini. La ricetta