Se fuori dall’area sudamericana il consumo di yerba mate è legato essenzialmente alle sue note proprietà benefiche, in paesi come l’Argentina è parte fondamentale della tradizione. E proprio in Argentina, dal 2015, alla storica bevanda è dedicata una giornata, il Día nacional del mate. (Ecco perché bere mate è una buona abitudine: tutte le sue proprietà benefiche)

dia nacional del mate argentina 30 novembre

In Argentina il mate è l’infusione più consumata dalla popolazione, molto al di sopra di caffè e tè. Secondo le stime dei produttori di yerba mate, è presente nel 90 per cento delle famiglie argentine e il consumo annuo medio è di cento litri a persona.


Il Día nacional del mate si celebra il 30 novembre dal 2015, data stabilita dalla legge nazionale numero 27.117 e legata al giorno di nascita del comandante guaranì Andrés Guacurarí y Artigas, nato nel 1778 e morto nel 1821.


Figlio adottivo di José Gervasio Artigas, il Comandante Andresito è stato governatore della provincia settentrionale di Misiones dal 1815 al 1819. Fece parte dell’esrcito del padre della patria Manuel Belgrano, combattendo per l’indipendenza argentina. E fu proprio lui, durante il mandato di governatore, a incentivare produzione e commercio della yerba mate. È Misiones, difatti, l’area del paese in cui si concentra la coltivazione dell’Ilex paraguariensis.

dia nacional del mate argentina 30 novembre

Il legame con quel territorio e i popoli originari è fondamentale nella storia della yerba mate, il cui consumo cominciò a radicarsi nel 19esimo secolo in modo particolare nella cosiddetta Región Paraguaria che si estendeva su alcuni territori degli attuali Paraguay, Argentina, Uruguay, Bolivia, Brasile e Chile. In quegli anni, sotto la dominazione delle corone europee, la yerba mate era definita ‘oro verde’.

La stessa parola mate viene dalla lingua quechua, da matí, che fa riferimento alla odierna calabaza, la zucca, recipiente nel quale si consumava la yerba. Tradizione che resiste solo in parte dopo la diffusione di mate prodotti con diversi materiali.

Mate, a ognuno il suo. Intenso, dolce, aroma, polvere: come scegliere la yerba giusta

Quando la yerba mate fu vietata a Buenos Aires: “Vizio abominevole e satanico”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE