Una parrilla vegana? In Argentina? A prima vista La Reverde non sembra molto diverso dalle altre grill house di Buenos Aires. Dai vetri appannati si intravedono i volti sorridenti degli avventori impegnati in allegre conversazioni, gli ordini vengono raccolti a un bancone di vetro riempito di lattine di lager e bevande frizzanti. Neppure il menù tradisce la vera identità del locale.

La cucina offre tutto ciò che ci si potrebbe aspettare da una parilla argentina: dal choripán al matambre, fino alle grigliate miste. Tutto viene cucinato nella maniera più tradizionale possibile. Le materie prime, però, sono decisamente ‘non convenzionali’…


asado argentino vegetariano


Si tratta infatti della prima parrilla vegana di Buenos Aires dove tutti gli ingredienti sono vegetali. Gli increduli clienti carnivori (spesso portati da amici vegetariani) stentano a credere che le salsicce che gustano a La Reverde non siano ‘autentiche’. Perché, dice chi ci è stato, tutti i piatti serviti sembrano di carne non solo alla vista, ma anche al palato. Un carnivoro autentico e irriducibile, con ogni probabilità, starà andando su tutte le furie.

La Reverde è aperto da maggio del 2017 e si trova nei pressi del Congreso. A gestirlo, racconta La Nación, è Vanina Compagnet. Dopo aver portato il suo stand di prodotti vegani per le fiere dell’Argentina, ha deciso di cercare un modo per riprodurre, con ingredienti vegani, i piatti tipici delle parrillas. Il motivo? Era quanto più gli mancava da quando scelse di diventare vegana.


In Argentina, il numero di vegetariani e vegani ha visto una netta crescita negli ultimi anni: si stima che siano tra l’1 e il 2 per cento della popolazione totale. Potrebbe sembrare poco ma in un paese come l’Argentina vale a dire seicentomila persone che, prima di La Reverde, avevano detto addio alle prelibatezze delle parrillas argentine. Ma in che consiste un asado vegano?

Il chimichurri, l’amico della carne. La ricetta e gli abbinamenti giusti

È semplice: viene servita una parrillada di seitan, empanadas con “carne” di seitan, ma anche sandwich vegani. In sostanza, la maggior parte dei tagli tradizionali di carne vengono riprodotti in “chiave” vegana. Tutto con orgoglio, come la scritta sulla porta di ingresso: “Benvenuti alla prima parrilla vegana dell’Argentina”.

Perché la carne argentina è la più buona: dai conquistadores all’export in Cina

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE