In un paese in cui tutto ha una data, un ‘día’, una giornata celebrativa, il calendario della tradizione albiceleste segna il 24 novembre come la giornata del vino argentino. E lo stesso vale per la sua punta di diamante: il 17 aprile di ogni anno ricorre il Día mundial del Malbec. Si ricorda l’impegno dell’allora presidente Domingo Faustino Sarmiento che, nel 1853, diede l’impulso della creazione dell’industria del vino in Argentina.

vino argentino dia mundial del malbec argentino 17 aprile

Il classico ‘detto fatto’: l’esperto francese Michel Aimé Pouget portò in Argentina nuove varietà dal Vecchio continente, Malbec compreso, e verso la fine del Ventesimo secolo, oltre centomila acri erano dedicati alla cura di questo vitigno. Pochi decenni sono poi serviti per trasformare il Malbec argentino in un vino pregiato e oggi esportato e apprezzato in tutto il mondo.


24 novembre, Día del vino argentino. Tra economia e identità culturale del paese


In quegli anni, però, anche i ‘nuovi argentini’ provenienti da Italia, Spagna e Francia avevano già portato in Argentina semi e tradizione cominciando a realizzare piccoli vigneti. Il resto lo ha messo la terra che li ha ospitati, con le caratteristiche di un suolo che, allora come oggi, sono garanzia di qualità di vino straordinaria.

vino argentino dia mundial del malbec argentino 17 aprile

Il colpo di fortuna del Malbec argentino arrivò nel 1956 quando le condizioni climatiche in Francia non furono favorevoli alla produzione dell’Esagono e in quell’annata il prodotto argentino superò la qualità di quello prodotto nella sua terra d’origine.

Il Día mundial del Malbec argentino è stato istituito nel 2011, in un momento in cui il vino argentino, a tutto diritto, si andava affermando in tutto il mondo, con livelli crescenti di export e di gradimento presso gli esperti di enologia anche in Europa.

The world’s most admired wine brands 2020: è argentina la marca di vino più apprezzata al mondo

Vino argentino, i 10 malbec più costosi. Si parte da 92 euro

Vino argentino, 2020 cominciato con export da record. Più su degli ultimi 5 anni

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE