Il termine Argentina compare per la prima volta, nel 1554, come Terra argentea, dal latino argentum, argento, (plata in spagnolo), riferimenti indicati nelle mappe del cartografo portoghese Lopo Homem.

Argentina, origine del nome del paese

Il vero e proprio termine Argentina divenne poi popolare nel 1601, con il poema “Argentina” di Martín del Barco Centenera, scrittore, esploratore e religioso spagnolo. Nel 1860, decenni dopo l’indipendenza, finalmente si arriva ufficialmente ad adottare la dicitura e nome ufficiale di República Argentina.


argentina origine nome paese bandiera storia colori

La premessa della Costituzione del 1853 recitava: “Noi, rappresentanti del popolo della Nazione Argentina, riuniti in Congresso Generale Costituente per volontà e scelta delle province che tale nazione compongono, in ossequio a patti preesistenti, al fine di costituire l’unione nazionale, garantire la giustizia, consolidare la pace interna, provvedere alla tutela comune, promuovere il benessere generale e assicurare i benefici della libertà a noi stessi, ai nostri posteri e a tutti gli abitanti del mondo che desiderino fare del suolo argentino la propria dimora, invocando la protezione di Dio, fonte di ogni ragione e giustizia, promulghiamo, stabiliamo e istituiamo la presente Costituzione della Confederazione argentina (poi modificato Nazione argentina, ndr).

argentina origine nome paese bandiera storia colori

La denominazione del paese, dunque, è intimamente collegata alla storia della scoperta e della colonizzazione dell’America del Sud e inoltre è legata al Río de la Plata. Anche dopo l’indipendenza, il primo nome adottato dall’Argentina fu quello di Provincias Unidas del Río de la Plata (Province Unite del Río de la Plata).

Di fatto durante il periodo di conquista e colonizzazione e dopo la formazione dello stato argentino, si adottarono differenti nomi: Gobernación del Río de la Plata, Virreinato del Río de la Plata, Provincias Unidas de Sud América, Confederación Argentina o Nación Argentina, per poi arrivare al 1860 che è la data in cui si adottò ufficialmente la denominazione di República Argentina.

Curioso è anche il fatto che gli argentini dicano “la Argentina”; come noto, in castigliano l’articolo non va usato davanti ai nomi dei paesi, però ciò dimostra il forte legame che hanno gli argentini con il nome ufficiale della loro terra e con la loro storia, sottintendendo la parola República.

argentina origine nome paese bandiera storia colori


Storia e significato della bandiera

Nella storia di un popolo sono diversi i momenti che possono essere considerati immortali: per l’Argentina uno di questi risale al 27 febbraio 1812 quando la bandiera nazionale fu issata per la prima volta da Manuel Belgrano, tra i primi a promuovere l’emancipazione dalla Spagna e ideatore della bandiera argentina. La bandiera argentina, assieme allo scudo e all’inno nazionale, rappresentano i simboli della Repubblica.

Alla bandiera è dedicato il Monumento Histórico Nacional a la Bandera (il Monumento Storico Nazionale alla Bandiera), che oggi si trova a Rosario. Proprio in questa città il generale Belgrano proclamò la necessità di un nuovo colore delle divise per le sue truppe, per distinguerle da quelle dei nemici che erano di colore rosso.

argentina origine nome paese bandiera storia colori

Il 18 febbraio 1812 si decretò che le truppe unite della Provincie Unite del Río de la Plata indossassero una rosetta di colore bianco e azzurro, futuri colori della bandiera; Belgrano però voleva fare un passo avanti e dunque da qui si ebbe l’idea di far sventolare una bandiera con questi
colori: il 27 febbraio 1812 veniva issata per la prima volta la bandiera che si è poi modificata fino al giorno d’oggi.

Sulla scelta dei colori vi sono varie tesi: alcuni sostengono richiamino il colori del cielo, altri invece il mantello della Vergine Maria oppure i colori dell’uniforme dell’Armata dei Patricios. Il 3 marzo del 1812, l’allora governo nazionale proibì a Belgrano di utilizzarla per ragioni di politica internazionale rimpiazzandola con una bandiera utilizzata a Buenos Aires, però Belgrano non rispose al comando. Poi lo stesso Belgrano, un anno dopo, fu chiamato a creare una nuova bandiera che fu inizialmente usata dall’Esercito del nord e successivamente dallo Stato.


Ed è proprio in memoria di Manuel Belgrano che in Argentina si celebra la Giornata della bandiera, Día de la bandera, il 20 giugno, giorno della sua morte nel 1820.

Nel 1818 si disegnò al centro della bandiera la figura del cosiddetto Sol de Mayo, Sole di maggio – richiamando la Rivoluzione di maggio, che si svolse dal 18 al 25 maggio 1810 e segnò l’inizio del processo di indipendenza dalla Spagna delle nazioni che all’epoca erano riunite nel Vicereame del Río de la Plata – ancora oggi presente ufficialmente. Questo simbolo rappresenta un sole dal viso umano, il Dio Sole per il popolo Inca e compare anche nella bandiera dell’Uruguay.

“Sos vos?”. El ‘voseo’: perché in Argentina si usa il ‘vos’

Lessico argentino: 10 parole (fondamentali) da imparare

Cosa è il Día de la Tradición che in Argentina si celebra il 10 novembre

Argentina, perché l’11 dicembre si celebra il Día nacional del tango

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE