È dell’argentina Julieta Pestarino il lavoro vincitore dell’ultimo Photo Iila, la XI edizione del Premio Iila-Fotografia, dedicato a fotografi latinoamericani under 35 e realizzato in collaborazione con i paesi membri dell’organizzazione internazionale italo-latinoamericana (Argentina, Stato plurinazionale di Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Haiti, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Repubblica Dominicana, Uruguay, Repubblica Bolivariana del Venezuela).

photo iila xi edizione vincitrice julieta pestarino
Julieta Pestarino, dalla serie “Retrato de persona no identificada”, 2015


I partecipanti si sono confrontati con il tema “Uguaglianza di genere”, ispirato a uno dei 17 Obiettivi dello Sviluppo sostenibile che fanno parte dell’Agenda 2030 delle Nazioni onite, cioè il numero 5, che si prefigge di raggiungere l’uguaglianza di genere e promuovere l’empowerment di tutte le donne e le bambine.

Chiuso il concorso annuale, dal 23 ottobre al 24 novembre, presso il Museo di Roma in Trastevere, è allestita la relativa mostra promossa dall’assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale e dalla sovrintendenza capitolina ai Beni culturali.

In esposizione i lavori di Julieta Pestarino (Argentina), vincitrice XI PHOTO IILA; Liz Tasa (Perù), menzione d’onore; Isadora Romero (Ecuador); Jennifer Benavides (El Salvador); Indra Arrez (Messico); Greta Rico (Messico).

photo iila xi edizione vincitrice julieta pestarino
Leticia Bernaus, dalla serie “Zoobiografía”, 2015


L’argentina Julieta Pestarino, come da regolamento del concorso, realizzerà una residenza di un mese, durante la quale svilupperà un progetto fotografico che avrà come oggetto la città di Roma. Il progetto sarà presentato nell’ambito dell’edizione successiva del Premio, come nel caso della connazionale Leticia Bernaus, vincitrice della precedente edizione di Photo Iila, che quest’anno espone “La vida secreta de las piedras” (2018).


Il 22 ottobre, alle ore 16, nella sala multimediale dello stesso Museo di Roma, come evento di apertura della mostra, Julieta Pestarino è protagonista di un incontro sul suo progetto “Retrato de persona no identificada”, realizzato nell’ambito della residenza artistica No lugar arte contemporáneo di Quito, in dialogo con Edu Carrera, curatore ecuadoriano responsabile della suddetta iniziativa. Info su orari e biglietti

Lucio Fontana, quei Tagli che uniscono Italia e Argentina