L’agricoltura argentina attende un’ottima stagione cerealicola. In modo particolare si prevede un nuovo record nella produzione di mais, informa il ministero dell’Agricoltura. Le stime della Borsa dei cereali di Buenos Aires parlano di un raccolto totale di cereali nella campagna 2020-2021 pari a 120,8 milioni di tonnellate, leggermente inferiore (6,1 per cento) al precedente ciclo produttivo.

agricoltura argentina campagna cereali 2020 2021

In termini di ingresso di divisa straniera, il prodotto lordo della campagna 2020-2021 riuscirà a generare 31,1 miliardi di dollari, solo dello 0,2 inferiore allo scorso raccolto, anche influenzato da una diminuzione dello 0,2 per cento di superficie seminata. Tuttavia, secondo le previsioni, l’export dell’agroindustria subirà una flessione del 3 per cento.


La produzione di mais prevista è di 47 milioni di tonnellate su 6,3 milioni di ettari seminati. La soia, invece, raggiungerà 46,5 milioni di tonnellate su una superficie di 17,2 milioni di ettari. Segue il grano, che dovrebbe raggiungere la quantità di 17,5 milioni di tonnellate (3,7 milioni di ettari). Poi, 3,1 milioni di tonnellate di girasoli e 3 di sorgo.


Maggiori difficoltà vengono segnalate dai produttori sul raccolto di grano che, a fronte di una imponente aspettativa di semina, negli ultimi tre mesi si è ridotta in termini di speranza di raccolto soprattutto per gli indici di siccità previsti. Ma la sfida principale del periodo, segnalano gli esperti di agricoltura industriale, è sul piano della logistica, in modo particolare quella marittima interessata da troppi intoppi derivanti dall’emergenza sanitaria globale.

Crescita, inflazione, consumi, export e cambio: le previsioni 2021 per l’economia argentina

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE