Apertura di credito della Fiat Argentina al neo presidente, Alberto Fernández? Quest’ultimo ha tenuto un discorso durante un incontro presso la Aea, l’associazione che riunisce il gotha del mondo imprenditoriale albiceleste. In prima fila c’era anche Cristiano Rattazzi, Ceo del marchio di automobili presente in Argentina dal 1919.

Fernández ha tracciato un quadro chiaro della condizione economico-finanziaria del paese avvertendo che “siamo sul fondo del pozzo e ora dobbiamo migliorare”. La situazione fiscale, ha aggiunto, “è molto più complessa di quello che si pensa”. Il passo fondamentale, secondo il leader del Frente de todos, è “ricostruire il consumo”.

alberto fernandez crisi misure economiche rattazzi fiat argentina

“L’Argentina è in una fase di enorme disuguaglianza e se non invertiamo la situazione la povertà continuerà a crescere. E lo Stato può fare molto in questo senso”.

Se comprensibilmente, il mondo dell’impresa è più o meno scettico rispetto all’impostazione peronista, Rattazzi ha dichiarato che “mi sembra che stia (Fernández, ndr) sulla strada giusta” aggiungendo che prossimamente l’economia argentina registrerà note positive, nonostante la difficoltà dei prossimi mesi.

alberto fernandez crisi misure economiche rattazzi fiat argentina
(Foto AdnKronos)


Un gesto di apertura, quello di Rattazzi che non è passato inosservato, considerando la sua stretta vicinanza all’esecutivo guidato da Mauricio Macri e alla sua formazione politica che nel 2015 lo ha portato alla presidenza, Cambiemos.

Il numero uno di Fiat Argentina, secondo quanto riporta il quotidiano economico Ámbito Financiero, ritiene che Fernández “è concentrato su quello che c’è da fare”. “Il percorso è angusto ma c’è da percorrerlo e in alcuni mesi possiamo vedere miglioramenti”, ha concluso.

La Fiat festeggia i suoi 100 anni in Argentina. “Un vincolo speciale tra argentini e italiani”