La Cina si conferma primo partner commerciale dell’Argentina. Emerge dall’ultima analisi dell’Istituto di strategia internazionale della Cera, la Cámara de exportadores de la República Argentina, ente che riunisce le aziende esportatrici e che assiste le realtà che intendono lanciarsi oltre confine. Tra import e export l’interscambio tra i due paesi ha raggiunto la cifra di 1,358 miliardi di dollari lo scorso giugno e corrisponde al 13,9 per cento dell’export argentino e il 21 delle importazioni.

La Cera ha così sottolineato che l’agenda bilaterale sino-argentina è in “una fase di intensa attività”. Tra i dati evidenziati dal rsport degli addetti ai lavori c’è quello che indica in 666 milioni di dollari l’export del mese di giugno 2020, vale a dire il 51,7 per cento in aumento rispetto all’anno precedente. Calano, invece, le importazioni, perdendo il 10,8 per cento e determinando un deficit per l’Argentina pari a 26 milioni di dollari.


Alla fine di giugno, i leader dei due paesi, Alberto Fernández e Xi Jinping, si sono accordati sulla necessità di nuove iniziative di cooperazione nella lotta all’attuale emergenza sanitaria, manifestando il comune desiderio di rafforzare le relazioni bilaterali. Tre mesi prima, peraltro, il presidente cinese aveva manifestato l’intenzione di promuovere a un livello superiore la relazione strategica con Buenos Aires.


Diverse, negli ultimi mesi, le iniziative che hanno visto attivamente coinvolte Cina e Argentina. Tra queste spicca l’accordo di swap tra la Banca centrale argentina e la Banca popolare cinese per 8,5 miliardi di dollari, portando così il totale a 18,5 miliardi su un totale di 43,3 miliardi di dollari di riserve.

argentina cina relazioni bilaterali commerciali export

Non da ultimo uno dei temi che maggiormente evidenzia la presenza cinese nel mondo, il 5G. Il 7 luglio scorso, difatti, alti funzionari del ministero degli Esteri di Buenos Aires si sono riuniti con Steven il rappresentanti Huawei in Argentina, Chen Shiqing, per discutere dettagli sull’investimento del colosso cinese di tlc nella tecnologia 5G nel paese sudamericano. Oltre ad altri temi relativi al commercio globale, cybersecurity e protezione dei dati personali in ambito telecomunicazioni.

Enel, calano i ricavi nel primo semestre 2020. Pesa anche la situazione argentina di Edesur

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE