Pubblicato il dato definitivo sulla performance economica dell’Argentina relativo al mese di dicembre del 2020. Secondo i calcoli dell’Indec, il locale istututo di statistica, l’attività economica nel paese ha subito una contrazione del 2,2 per cento rispetto allo stesso mese del 2019.

argentina economia perdita pil 2020 pandemia covid

Migliora, però, su novembre 2020 dello 0,9 per cento confermando il trend di ripresa per l’ottavo mese consecutivo. È stato così superata la produzione di marzo, ma risultando inferiore di tre punti percentuali rispetto al febbraio pre-Covid.


Il dato relativo all’intero 2020 conferma le stime che in precedenza erano state avanzate dai principali analisti nazionali e internazionali. Nell’anno di pandemia di coronavirus – in Argentina manifestatasi dai primi giorni di marzo – la caduta dell’attività economica è del 10 per cento.


Dieci punti di prodotto interno lordo ‘bruciati’ da Covid e conseguenti misure restrittive. Il dato risulta comunque inferiore al -12,1 per cento pronosticato nella legge di bilancio per il 2021 approvata alla fine dello scorso anno.

In termini interannuali a dicembre 2020 la caduta dell’attività economica è tornata a decelerare. Se, come segnalato, la perdita di Pil sullo stesso mese dell’anno precedente è stata del 2,2 per cento, novembre 2020 su novembre 2019 segnava un -3,7 per cento.

L’andamento dell’economia mostra che i mesi di aprile e maggio, quelli del lockdown più rigido, sono stati i più disastrosi con perdite attorno al 25 per cento. Poi è andata recuperando compatibilmente alla curva pandemica e all’alleggerimento delle misure di contenimento.

Debito Argentina, i dubbi dei creditori ‘ristrutturati’: “Politica economica del governo insostenibile”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE