“Piano di promozione della produzione di gas argentino 2020-2023”: è la denominazione di un programma, presentato dal governo di Buenos Aires, per il rilancio del settore, tra le grandi risorse dell’Argentina, che presenta ancora livelli inferiori alle sue capacità.

argentina idrocarburi gas piano governo investimenti

Il piano prevede il ricorso a incentivi per investimenti e produzione di gas, per la copertura della domanda interna, sostituzione delle importazioni e, di conseguenza, aumento dei livelli occupazionali. Uno stimolo, per le compagnie petrolifere, a investire 5 miliardi di dollari.


Il programma, come ha sottolineato il presidente, Alberto Fernández, denominato chiama gli attori del mercato degli idrocarburi “a investire, a produrre di più e a dare all’Argentina il gas di cui gli argentini hanno bisogno per vivere”.


Da Loma Campana, principale giacimento del bacino non convenzionale di Vaca Muerta nella provincia di Neuquén, Fernández ha aggiunto che con l’aumento della produzione di gas “si rimette in moto l’economia degli idrocarburi” rimarcando “l’importanza dello Stato quando l’economia è paralizzata”.

L’obiettivo del governo è sostituire 18 miliardi di metri cubi di gas, che attualmente viene importato, attraverso un investimento di 5 miliardi di dollari da parte delle aziende produttrici. La stima dell’esecutivo è un risparmio di circa 5,6 miliardi di dollari nel bilancio statale, oltre a un risparmio fiscale equivalente a 1,1 miliardi, e conseguente aumento del gettito fiscale di circa 2,5 miliardi di dollari.

Ypf Argentina, perdite per quasi un mld di euro per la petrolifera statale. Tra pandemia e prezzo del petrolio

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE