argentina

Il peso recupera sul dollaro, il tasso di interesse schizza al 73,3 per cento


Qualcosa si muove, almeno in parte. Alla fine della prima settimana di ‘vigenza’ della nuova politica monetaria basata sulla fluttuazione libera della moneta nazionale, il peso argentino ha guadagnato il 7,2 per cento sul dollaro. Si tratta di un risultato che, al termine di cinque sedute, permette alla Banca centrale argentina di ostentare un risultato positivo sul fronte del mercato dei cambi.

Ma non va sottovalutato il fatto che tale risultato è stato reso possibile soprattutto grazie a una consistente emissione – pari a 10,9 miliardi di dollari – di Leliq, Lettere di liquidità in pesos, a un tasso di interesse medio del 70 per cento. Chiaramente, l’offerta di titoli a un tasso così elevato e a breve scadenza ha aspirato di fatto la domanda di dollari sulla piazza consentendo al peso di recuperare quanto perso la settimana precedente in soli due giorni.

argentina


Nel frattempo il presidente Mauricio Macri, parlando al B20 conferma la sua linea in termini di politica economica, ostentando sicurezza: “L’appoggio della comunità internazionale ci spiega che il cammino intrapreso dall’Argentina è quello giusto”.

Il Business 20 è un cosiddetto gruppo di affinità al G20, una ‘selezione’ del settore privato delle venti potenze economiche mondiali. Si tratta di una rappresentanza globale di imprenditori che dialogano con le leadership degli Stati membri del forum al fine di collaborare nella elaborazione di politiche pubbliche che possano stimolare il lavoro delle imprese. E dallo stesso B20 arrivano segnali, richieste, al governo di Buenos Aires.

Dopo 56 riunioni nell’arco degli ultimi dieci mesi, gli imprenditori del B20 hanno consegnato a Macri il documento finale contenente alcune raccomandazioni affinché siano prese in considerazione durante il summit dei leader a fine novembre. Il documento del B20 rinnova l’importanza del multilateralismo come sistema di commercio con tre grandi finalità: promovuore l’uguaglianza di opprtunità e inclusione nei mercati, stimolare la crescita economica, assicurare l’uso sostenibile delle risorse e azioni concrete contro il cambiamento climatico.