Primo intervento della nuova dirigenza della Banca centrale argentina, ora guidata da Miguel Pesce fresco di nomina da parte del governo di Alberto Fernández. L’istituto centrale ha abbassato il Tasso ufficiale di sconto dal 63 al 58 per cento. La decisione rientra nel novero del programma di espansione economica predisposto dall’esecutivo e in parte in discussione in queste ore in parlamento.

argentina tasso ufficiale sconto emergenza economica sociale
Miguel Pesce


La nota della Banca centrale spiega che il suo consiglio direttivo ha agito alla luce delle prospettive aperte dal pacchetto di leggi sull’emergenza economica e dell’accordo sociale su prezzi e salari promosso dal governo nazionale. Pertanto ha ritenuto che il tasso al 63 per cento rappresenti “un livello inadeguato e inconsistente rispetto alle prospettive di evoluzione delle principali variabili economiche”.


Intanto, la camera dei deputati, con i soli voti della maggioranza, ha approvato il progetto di legge del governo che dichiara la “emergenza economica e fiscale” e prevede l’attribuzione al governo di deleghe e poteri straordinari, ad avviso dei promotori necessari a fronteggiare la crave situazione economio-finanziaria e sociale dell’Argentina.


argentina tasso ufficiale sconto emergenza economica sociale


Il testo, denominato “di solidarietà sociale e riattivazione produttiva”, attende ora discussione e votazione in senato, tra non poche polemiche dell’opposizione che sottolinea come eccessivi i poteri che andrebbero ad assegnarsi all’esecutivo. È per questo che è stato cassata una norma che attribuiva al governo il potere di ridisegnare l’intera organizzazione dell’amministrazione pubblica.

Tuttavia, il testo concede all’esecutivo ampie deleghe e facoltà speciali di legiferare in materia economica, fiscale, amministrativa, di previdenza, tariffaria, energetica, sanitaria e sociale.

Disoccupazione, in Argentina è al 9,7%. 1,3 milioni di persone senza lavoro

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE