Il tentativo del governo di rilanciare l’economia e il turismo ha portato anche alla liberalizzazione dei voli aerei, aprendo i cieli del paese a compagnie low cost come Norwegian Airlines e FlyBondi. Lo scorso agosto Aerolíneas Argentinas vendeva la tratta Buenos Aires-Mendoza (centro nevralgico della rinomata regione dei vini argentini) per 2785 pesos (87 euro), oggi FlyBondi e Latam volano sulla stessa rotta rispettivamente per 699 e 679 pesos (22 euro). Tuttavia, dopo le proteste iniziali e lo sciopero del 13 luglio, anche la compagnia di bandiera è entrata nella competizione. Mercoledì 1 agosto il sistema di prenotazione online di Aerolíneas è andato in tilt: troppi gli accessi dei clienti desiderosi di aggiudicarsi un biglietto per 499 pesos (16 euro).


Sebbene i voli vadano acquistati almeno un mese prima del decollo i biglietti stanno andando a ruba. FlyBondi sta sbaragliando la concorrenza vendendo la tratta Buenos Aires-Bariloche a 199 pesos (6 euro), mentre la compagnia Latam propone Buenos Aires-Córdoba per 449 pesos (14 euro). Norwegian, invece, offre un collegamento Buenos Aires-Londra e viceversa per 400 euro. Naturalmente vigono le regole ‘universali’ delle low cost: ogni extra oltre al bagaglio a mano è foriero di considerevoli sovrapprezzi.

La liberalizzazione è stata accolta con ostilità dai potenti sindacati del personale di Aerolíneas Argentinas e dalla associazione dei tecnici aereonautici, i quali sostengono che l’ingresso delle low cost porterà una riduzione dei posti di lavoro e avrà un impatto negativo sull’economia nazionale. I sindacati non saranno certo i soli a essere scontenti della liberalizzazione dei cieli: va infatti considerato che il viaggio Buenos Aires-Bariloche in autobus costa circa 2.000 pesos (62 euro).


Gli effetti della liberalizzazione sul futuro economico del paese possono essere diversi e difficili da prevedere. È però certo che il provvedimento del governo non solo sta accelerando lo sviluppo del turismo, ma è anche servito a rendere la mobilità interna più accessibile per molti argentini.