Anche la Banca mondiale fa le sue previsioni sull’impatto della pandemia di coronavirus sull’economia globale. L’analisi evidenzia una America Latina che risentirà della caduta della domanda di Cina e paesi del G7 anche sul fronte delle materie prime. “Molto serie” anche le conseguenze sul settore turistico, soprattutto nell’area caraibica. La previsione dell’organismo di Washington è di un calo del prodotto interno lordo della regione pari al 4,6 per cento. E se viene sottolineata l’eccezione di Guyana e Repubblica Dominicana che non risentirebbero dell’attuale emergenza globale, l’Argentina non è esente dal previsto crollo del Pil.

coronavirus banca mondiale impatto economia america latina argentina

Tra le varie conseguenze segnalate dalla Banca mondiale anche la difficoltà che i singoli paesi latinomericani avranno nella protezione dei settori socialmente più deboli e i posti di lavoro nonché nella tenuta finanziaria dato “lo spazio ridotto nei conti pubblici”. Di qui alla necessità di una “risposta coerente” in termini di politiche pubbliche adeguate.


coronavirus banca mondiale impatto economia america latina argentina

Al pari del resto del mondo, ma con le dovute interpretazioni sulla particolarità socio-economica latinoamericana, i paesi dell’area si trovano alle prese con l’enorme sfida di proteggere la salute e al tempo stesso limitare gli impatti della pandemia sull’economia. È per questo che, secondo gli autori del report, la Banca mondiale stima il suo contributo in 160 miliardi di dollari a sostegno delle politiche nazionali di carattere sociale ed economico nei prossimi 15 mesi.


Della regione latinoamericana l’economia più colpita, spiega il report “La economía en los tiempos del Covid-19”, risulterà quella del Messico con una caduta del Pil di sei punti, seguita da Brasile (5 per cento), Argentina (5,2), Perù (4,7), Cile (3), Colombia (2).

coronavirus banca mondiale impatto economia america latina argentina

Se, dunque, la performance economica della regione latinoamericana nel 2020 è frustrata dalla pandemia, la stessa Banca mondiale, Venezuela escluso per ovvie ragioni politiche ed economiche, prevede un ritorno alla crescita nel 2021 con un +2,2 con un aumento di un ulteriore decimale nel 2022. In caso di conferma delle stime dell’organismo, l’Argentina nel 2021 si troverebbe con un prodotto interno lordo del 10,4 per cento più besso di quello del 2016.

Standard & Poor’s, debito argentino a ‘default selettivo’. E a Wall Street pessimismo sulla ristrutturazione

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE