crisi argentina fuga di capitali 2019

Continua la fuga di capitali dall’Argentina. Via 84 mld di dollari in 46 mesi


In piena incertezza economica e politica, non si ferma la fuga di capitali dall’Argentina. Gli ultimi dati della Banca centrale parlano di un acquisto di dollari pari a 3,013 miliardi nel solo mese di settembre, anche se in calo rispetto ai mesi precedenti per effetto del controllo dei cambi imposto nella turbolenza post elezioni primarie dell’11 agosto. Condizioni che hanno portato il governo alla successiva stretta ai privati a seguito delle elezioni presidenziali del 27 ottobre.

crisi argentina fuga di capitali 2019


I numeri degli ultimi nove mesi del 2019 sono impietosi, mostrando una ‘fuga’ pari a 22,479 miliardi di dollari, sfuggiti dalla disponibilità del sistema economico argentino già alle prese con una incessante recessione che durareà, secondo previsioni dello stesso Fondo monetario internazionale, per tutto il 2020. L’ammontare, per avere un’idea, equivale al 47 per cento delle riserve lorde della Banca centrale calcolate a fine settembre.

crisi argentina fuga di capitali 2019


Nel lungo periodo, gli analisti valutano gli ultimi 46 mesi, quelli della amministrazione uscente, tirando una somma che raggiunge gli 84,102 miliardi di dollari in fuga dall’Argentina, con una media mensile di 1,828 miliardi. Cifre non compensate da un surplus commerciale, fonte di ingresso di moneta pesante, che non si è verificato.