crisi argentina economia previsioni ocse 2019 2020

L’Ocse ‘frena’ l’Argentina: “Recessione anche nel 2020”


L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) ha rivisto al ribasso le stime sulla crescita dell’economia globale situandola al livello più basso dalla crisi finanziaria del 2008/2009. Un contesto che vede penalizzata anche l’Argentina, già alle prese con una condizione economico-finanziaria che non tende a migliorare.

crisi argentina economia previsioni ocse 2019 2020


Secondo l’Ocse la crescita mondiale nel 2019 si fermerà al 2,9 per cento quindi tre decimali in meno rispetto alle previsioni elaborate lo scorso maggio. Stesso scenario per il 2020 per il quale si parla del 3 per cento e non del 3,4 previsto in precedenza, influenzato dalle conseguenze di Brexit, guerra commerciale e indebitamento privato.

Il documento dell’organizzazione parigina considera i rischi tuttora elavati, risultando da una combinazione delle difficoltà delle principali economie mondiali, in modo particolare nella zona euro e nei paesi emergenti che si ritrovano danneggiati dalla decelerazione della Cina nonché dalla caduta delle loro esportazioni. C’è l’esempio dell’India che sebbene nel 2019 dovrebbe registrare un +5,9 perde comunque l’1,3 rispetto alla precedente stima.

crisi argentina economia previsioni ocse 2019 2020


Anche per gli Stati Uniti, che vivino uno dei cicli di crescita più lunghi della sua storia, la stima 2019 è del 2,4 per cento contrariamente al 2,8 del precedente outlook Ocse e del 2 per cento per il 2020.

In uno scenario globale compromesso, per l’Argentina l’Ocse prevede una frenata del 2,7 per cento nel 2019. E con la recessione ancora di casa nel 2020, con un prodotto interno lordo che perde l’1,8. A pesare sulla condizione del paese sudamericano anche l’incertezza politica in vista delle elezioni del 27 ottobre e quella relativa alla sua solvibilità presso i principali creditori internazionali.

Mercati, dollaro, Fmi: crisi argentina, la calma è (solo) apparente