crisi argentina 2019 disoccupazione

Argentina, la crisi divora il mercato del lavoro. Disoccupazione al 10,6%


L’altro fonte caldo della crisi argentina: la disoccupazione. I nuovi dati dell’Indec, il locale istituto nazionale di statistica, mostrano l’ulteriore segno di un paese sull’orlo della disperazione. Nel secondo trimestre del 2019 il tasso di disoccupazione è salito al 10,6 per cento, un punto in più rispetto al 9,6 dello stesso periodo dell’anno precedente. Sale dello 0,5 anche comparandolo al primo trimestre 2019.

crisi argentina 2019 disoccupazione


Si tratta della cifra più alta dall’inizio della gestione Macri, corrispondendo a 2,5 milioni di persone senza lavoro. Le statistiche parlano anche di un 13,1 per cento di sottoccupazione, facendo riferimento a lavoratori la cui attività risulta risulta ridimensionata come conseguenza della recessione. Secondo i calcoli dell’Istat, in Argentina sono quindi in circa cinque milioni a essere interessati da problemi legati al lavoro.


A livello di incidenza territoriale, l’area più colpita dall’aumento dalla disoccupazione è quella di Mar del Plata, con il 13,4 per cento, seguita dal conurbano di Buenos Aires e Salta col 12,7. L’area del Gran Resistencia (2 per cento) e San Juan (2,3) risultano quelle meno interessate, ma anche per effetto del tradizionale spopolamento di chi lascia quei territori alla volta delle grandi aree urbane.

Inflazione in Argentina, l’ultimo dato conferma il trend: 54,5 per cento