Nuovo ribasso del rating per l’Argentina. È Standard & Poor’s a declassare il debito pubblico del paese sudamericano espresso in pesos, portandolo alla classificazione di ‘default selettivo’. La decisione dell’agenzia di rating sstatunitense è arrivata dopo una operazione di scambio titoli per cento milardi di pesos (l’equivalente di circa 1,5 miliardi di euro) portata avanti dall’esecutivo.

Alla proposta avanzata dal governo di Buenos Aires ha aderito il 90 per cento dei possessori di Lecap in scadenza, assimilabili ai Bot italiani e con interessi al 60 per cento.


debito argentina rating standard & poor's

I possessori di Lecap che hanno aderito ottengono, in tal modo, titoli diversi con un tasso di interesse del 40 per cento e scadenza prevista per gli ultimi mesi del 2020. E se il governo argentino parla di “scambio volontario adeguato ai valori attuali di mercato”, Standard & Poor’s definisce l’operazione una mossa che “destabilizza” gli investitori e di fatto “equiparabile a un default”. Sul fronte del debito argentino espresso in valuta estera, l’agenzia ha confermato i llivello CCC-C, tuttavia con prospettiva negativa.


debito argentina rating standard & poor's
Martín Guzmán

Intanto, anche il mercato dice la sua dopo l’annuncio fatto dal ministro dell’Economia, Martín Guzmán, di un progeetto di legge per la sostenibilità del debito estero, nel quale viene la crescita economica del paese viene considerata prioritaria rispetto agli impegni verso i creditori. Nella giornata di borsa di martedì 21 gennaio, i titoli di Stato argentini in dollari hanno registrato cali fino al 6 per cento, ma i buoni in pesos hanno segnato aumenti fino al 10.

Debito Argentina, Stiglitz da Davos: “Necessario tagliare capitale e interessi”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE