L’Argentina ha visto aumentare il suo debito estero del 56 per cento negli ultimi tre anni, trend che ne fa il paese più indebitato della regione. Emerge da uno studio ad hoc dell’Osservatorio di politiche pubbliche dell’università nazionale di Avellaneda, in provincia di Buenos Aires.

Elaborando i dati ufficiali della Cepal – la commissione economica delle Nazioni unite per l’America latina e Caraibi – il rapporto in questione spiega che i più di trenta miliardi di debiti contratti come media annuale hanno portato a una crescita del debito, nel periodo 2015/2018, quasi a quadrulplicare la media del periodo precedente, 2007/2015.


debito estero argentina


Dal dicembre del 2015, l’accumulo di 98 miliardi in tre anni ha determinato una impennata del debito estero fino alla cifra di 161 miliardi di dollari. Con la conseguenza che i livelli raggiunti rappresentano già il 77,4 per cento del prodotto interno lordo, rapporto che fa dell’Argentina il paese più indebitato verso l’estero della regione.


Nel 2015, invece, segnala la stessa analisi, lo stesso rapporto debito/Pil pari al 52,6 per cento posizionava l’Argentina al terzo posto in America Latina dopo Brasile (66,5) e El Salvador (52,8). Debito che, tuttavia, cresce anche per altri Stati dell’area, come in Brasile dove si è arrivati al 72,2 per cento. Ma il più consistente indebitamento dell’Argentina la colloca al primo posto.

“Ma così l’Argentina può reggere?” I dubbi del Financial Times sul soccorso del Fmi

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE