È un buon segnale quello arrivato a Buenos Aires dall’Ocse, i cui analisti hanno stimato una crescita maggiore dell’economia argentina nel 2021. Se lo scorso dicembre lo scenario ipotizzato era di un +3,7 per cento, l’ultima valutazione parla di un aumento del prodotto interno lordo del 4,6 per cento.

economia argentina pil 2021 2022 stima previsioni ocse

La ripresa dell’economia argentina, spiega il documento Ocse, è legata al contesto globale, con un “miglioramento delle prospettive su un’eventuale uscita dalla crisi” legato agli sviluppi incoraggianti sulla produzione e distribuzione dei vaccini anti Covid. Condizione che porta a prevedere una ripresa più rapida del previsto a livello mondiale.


Tuttavia, l’Ocse mette in guardia sul fatto che “le proiezioni di base dipendono dall’evoluzione della pandemia, dal ritmo di applicazione dei vaccini e dall’impatto economico della graduale riapertura delle economie nel corso del 2021-22”. Quindi, almeno in parte, anche dalla concretezza e rapidità delle scelte dei governi nazionali.


In merito alla situazione economica argentina, il paper dell’Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione economica contiene una stima meno confortante per il 2022. Nella precedente valutazione veniva ipotizzato un aumento del Pil del 4,6 per cento, ora più che dimezzato e contenuto al 2,1 per cento.

A ogni modo, per il 2021 la stima Ocse si allinea a quella del Fondo monetario internazionale che parla di una crescita economica del 4,5 per cento, uno 0,4 in meno del 4,9 stimato in precedenza. Sulla stessa linea la Banca mondiale che a gennaio ha previsto un aumento dell’attività economica argentina del 4,9 per cento.

Debito Argentina, i dubbi dei creditori ‘ristrutturati’: “Politica economica del governo insostenibile”

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE