Con l’ultimo report, l’agenzia di rating Fitch ha rivisto al ribasso le prospettive di crescita dell’America Latina per il 2019. Tra i vari paesi spicca la situazione argentina. Secondo Fitch, difatti, le principali economie della regione si manterranno in un percorso di crescita lenta o peggio, come nel caso dell’Argentina, già in recessione.

L’agenzia con sede negli States ha preso in esame tre principali categorie di rischio: il rischio esterno, i rischi politici e il consolidamento fiscale. Nel primo caso Fitch ritiene che il rallentamento maggiore del previsto della crescita del gigante cinese provocherà “tensioni nel commercio internazionale e un irrigidimento delle condizioni di finanziamento” per i mercati più esposti.

fitch previsioni argentina 2019


Sul piano politico Fitch sottolinea le incertezze sul progetti di riforme economiche annunciati da Jair Bolsonaro, la sfiducia dei mercati al governo di López Obrador in Messico. Poi ci sono le elezioni in Argentina, dall’esito più che imprevedibile.

Secondo l’agenzia di rating, difatti, “un ciclo elettorale incerto e imprevedibile in Argentina potrebbe contribuire a generare volatilità e introdurre rischi per il programma di riforme e di riequilibrio fiscale”. “Vari paesi con deficit pronunciato, come Brasile, Argentina, Costa Rica ed Ecuador attraversano un processo di consolidamento fiscale che comporta rischi nel medio termine a causa di una crescita debole”.

“Una mancata continuità delle politiche intraprese ridurrebbe la capacità di questi paesi di stabilizzarsi”, conclude il report, aggiungendo che “qualsiasi deviazione da questo percorso che porti a un aumento del debito pubblico potrebbe derivare in un peggioramento del rating di questi paesi”.

Debito pubblico e fuga di capitali: qual è l’attuale situazione dell’Argentina

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE