fmi argentina elezione governo

La ‘prudenza’ del Fmi: “Sostegno all’Argentina anche se cambia governo”


In un clima di totale incertezza sul voto per le presidenziali del 27 ottobre, il Fondo monetario internazionale cerca di rassenerare paese e mercati. E, forse, di sgombrare il campo da polemiche circa la maggiore inclinazione dell’Istituto verso il governo Macri. Il portavoce Gerry Rice ha dichiarato che il Fmi continuerà a sostenere l’Argentina anche in caso di eventuale cambio di governo dopo le elezioni.

fmi argentina elezioni


“Il Fondo monetario appoggia i paesi membri, quindi ci aspettiamo di continuare ad appoggiare l’Argentina al di là di un eventuale cambiamento. C’è sempre incertezza prima di un processo elettorale e questo non vale solo per l’Argentina”, ha detto Rice nel corso di una conferenza stampa a Washington.

Il rappresentante del Fondo ha parlato del rapporto sulla situazione economica argentina in corso di elaborazione dopo la missione tecnica che ha recentemente visitato Buenos Aires. “Contiamo di emettere a breve un comunicato per rendere noti i dettagli della terza revisione dell’accordo”, ha dichiarato Rice in riferimento al programma di assistenza finanziaria concesso al governo Macri in cambio dell’attuazione di una serie di politiche di riequilibrio fiscale.

Rice si è sbilanciato sui seguiti della missione dicendosi fiducioso “che l’applicazione costante delle politiche concordate nel quadro del programma, unitamente all’appoggio dell’Fmi e della comunità internazionale, permetterà al paese di raggiungere il suo massimo potenziale”. La previsione è che entro due settimane il direttorio del Fondo esamini il rapporto della missione. In caso di approvazione, l’Istituto procederà all’esborso della prossima tranche, pari a 10,7 miliardi di dollari.