L’accordo sulla ristrutturazione del debito da oltre 44 miliardi tra il Fondo monetario internazionale, contratto nel 2018, e l’Argentina è alla portata delle parti, anche in tempi rapidi. È quello che rende noto Alejandro Werner, che dell’organismo è il responsabile per l’emisfero occidentale. Werner parla espressamente di un raggiunto livello di intesa che può portare alla chiusura del nuovo accordo.

fmi negoziati ristrutturazione debito argentina accordo riforme
Alejandro Werner

Dal Fmi sottolineano che i negoziati con l’Argentina per un accordo sulla ristrutturazione del debito “si trovano in uno stadio avanzato” e “in modo significativo”, con l’obiettivo di raggiungere un accordo “in tempi relativamente brevi”. Tuttavia, fa intendere Werner, il punto di vista del Fmi è positivo e lo stato dei colloqui mette soprattutto il governo di Buenos Aires “nella posizione di chiudere l’accordo quando lo ritenga utile”. La decisione, aggiunge, “dipende più dalla parte argentina”.

Non è escluso, come suggerisce qualche osservatore, che l’esecutivo argentino prenda tempo, evitando un accordo prima delle elezioni politiche parziali previste a ottobre. Perché, come già anticipato nel corso delle riunoni tra i tecnici del Fondo e i rappresentanti di Buenos Aires, il paese sarà chiamato a riforme sul piano macroeconomico. Normalmente impopolari per un governo chiamato a realizzarle.


Non a caso, nella stessa conferenza stampa, Werner ha fatto riferimento all’inflazione, che in Argentina continua a costituire un serio ostacolo: “È stata alta negli ultimi quattro anni e una economia con inflazione elevata genera preoccupazione”. E, di conseguenza, “occorre ricorrere a politiche macroeconomiche e misure che aiutino a farla scendere”.

fmi negoziati ristrutturazione debito argentina accordo riforme

Prima di lui, è stato Geoffrey Okamoto, numero due di Kristalina Georgieva, a osservare che, al di là di nuove iniezioni di denaro fresco a favore dell’Argentina, è evidente la necessità che il paese sudamericano intraprenda riforme strutturali nell’ambito dei programmi di collaborazione con il Fondo monetario internazionale.

Forbes 2021, chi sono gli argentini più ricchi e il patrimonio. Cambia il podio

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE