tenaris delisting borsa buenos aires

Tenaris ufficializza il delisting: fuori dalla Borsa di Buenos Aires


Tenaris conferma e ufficializza il delisting dalla Borsa di Buenos Aires. La decisione era già stata annunciata nel mese di giugno, ora confermata dal gruppo alla Commissione nazionale valori, il corrispondente argentino della Consob locale.

La società dei Rocca ha difatti presentato una richiesta di “uscita dal regime di offerta pubblica” e di “cancellazione della quotazione delle azioni” nella Borsa dei mercati argentini.

tenaris delisting borsa buenos aires


Sulla piazza di Buenos Aires, quello di Tenaris rappresentava uno dei titoli storici. È stata difatti presente ininterrottmente dal 1958, quando Siderca, la fabbrica della famiglia Rocca si convertì in una società per azioni per poi passare, nel 2002, sotto il controllo di Tenaris Sa con sede a Lussemburgo.

tenaris delisting borsa buenos aires


Tenaris, tuttavia, non è l’unico grande gruppo ad abbandonare la Borsa argentina. La stessa decisione, a inizio anno, è stata presa dalla petrolifera spagnola Repsol, seguita dalla Telefonica, quest’ultima argomentando su un basso volume di scambi. Stessa ragione che, unitamente ai costi relativamente alti per la permanenza, ha portato alla stessa determinazione la petrolifera brasiliana, Petrobras.

Una volta approvata la procedura di delisting dalla Commissione, gli azionisti potranno esercitare tre diverse opzioni: vendere le azioni, trasferirle su altro mercato dove Tenaris continua a essere quotata (New York, Milano, Città del Messico), mantenere la titolarità delle azioni senza quotazione pubblica nel mercato locale.