Nuovo balzo in avanti dell’inflazione in Argentina. Il dato ufficiale relativo al mese di ottobre, come comunicato dall’Indec, il locale istituto di statistica, è del +3,8 per cento. È quindi risultato maggiore rispetto alle stime degli analisti e rappresenta l’aumento più alto dei prezzi negli ultimi undici mesi.

inflazione in argentina ottobre 2020 anno

Su base annua, l’inflazione in Argentina è così rivista al +37,2 per cento mentre è del 26,9 per cento se calcolata dall’inizio del 2020. Superiori alla media del 3,8 è risultata nelle regioni Pampeana (+4 per cento) e nel Nordovest (+4,1).


A trainare verso l’alto l’indice dei prezzi sono la voce abbigliamento e calzature ( con +6,2 per cento), alimenti e bevande non alcoliche (+4,8 per cento), forniture per la casa (+4,6 per cento), trasporti (+4,4 per cento). Quasi stabili nei prezzi, invece, beni e servizi relativi a educazione e istruzione e il settore delle comunicazioni con un -0,1 per cento.


L’ulteriore aumento dell’inflazione in Argentina è da leggere in un contesto di una forte pressione svalutativa sul peso argentino che l’esecutivo di Buenos Aires cerca attualmente di contenere attraverso misure restrittive sul mercato dei cambi.

Incerto anche il quadro della crescita economica. Il Fondo monetario internazionale, per esempio, ha rivisto al ribasso le stime per il 2020. L’isituto finanziario multilaterale prevede una chiusura di anno con un prodotto interno lordo al -11,8 per cento, mentre la previsione precedente era orientata a maggiore ottimismo, col -9,9 per cento.

Migliorano invece le prospettive sul medio termine, con una crescita proiettata del pil nel 2021 del 4,9 per cento rispetto al 3,9 per cento stimato in precedenza dallo stesso Fmi.

Leggero recupero dell’economia argentina. Ma su anno è ancora -11,6%

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE