La Cina apre il suo mercato ai legumi prodotti in Argentina, una occasione per il paese sudamericano considerando che il Gigante asiatico è il principale consumatore mondiale. La stima dell’ente di settore, la Cámara de legumbres de Argentina, è di due milioni di tonnellate di export a luglio prossimo. Dopo negoziati avviati nel 2013, il governo di Pechino ha difatti autorizzato sette imprese argentine a esportare legumi, sottostando a un protocollo fitosanitario stabilito da entrambi i paesi.

legumi argentina produzione export cina

La frontiera cinese è stata raggiunta su impulso del settore privato che, con la collaborazione dell’ente argentino di sanità e qualità agroalimentare (Senasa), ha portato alla realizzazione dei protocolli necessari per ottenere l’apertura del mercato cinese. Le prospettive sono promettenti, con due milioni di tonnellate esportate al mese di luglio 2020 con una ulteriore stima di aumento tra il 10 e il 15 per cento nei prossimi anni.


Il comparto locale sottolinea che in questo modo l’Argentina si colloca tra i pochi paesi che possono vantare un protocollo fitosanitario approvato dal principali conumatore mondiale di legumi che è altresì il mercato con la maggiore crescita del consumo negli ultimi anni. Le sette aziende argentine coinvolte hanno singole capacità produttive fino a toccare quasi 700mila tonnellate di legumi.


Carne argentina, nuovo storico record dell’export. E la Cina ne cuoce l’80 per cento

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE