msci argentina mercato emergente

L’Argentina torna mercato emergente, nonostante la crisi



Una decisione attesa dagli analisti, che ora è arrivata: Morgan Stanley Capital International (Msci) ha annunciato che includerà l’Argentina (con l’Arabia Saudita) nei suoi indici dei mercati emergenti. Con la precisione sono otto i valori che entrano nel Msci Emerging Markets Index, dal 28 maggio. Si tratta di Banco Macro, BBVA Banco Francés, Globant, Grupo Financiero Galicia, Pampa Energía, Telecom, Transportadora de Gas del Sur e Ypf.

Msci aveva già anticipato la riclassificazione da mercato di frontiera e mercato emergente, vincolando la sua decisione alla condotta del governo di Buenos Aires sulla non applicazione di controlli ai movimenti di capitali. Lo scorso febbraio, l’Argentina era stata temporaneamente inserita nella lista dei merati di frontiera, ma ora torna nel ‘club’ degli emergenti insieme a paesi come Cina, Brasile, Russia e Colombia.

msci argentina mercato emergente


Una decisione, peraltro, largamente sperata dagli investitori dopo la ‘sbandata’ del peso che ha costretto il governo di Buenos Aires a ricorrere al Fondo monetario internazionale. Inoltre, gli attivi argentini sono stati recentemente colpiti dai dubbi del mercato circa la possibilità di una non rielezione di Mauricio Macri alla presidenza, scenario politico privilegiato dagli operatori economico-finaziari.

Secondo gli analisti, questa riclassificazione potrebbe consentire l’arrivo sul mercato argentino di investimenti, a seconda del grado di ottimismo, tra i 3,5 e i 10 miliardi di dollari.

Financial Times: “Argentina al limite, cresce la paura di un nuovo default”