Il peso argentino è la seconda moneta che si è più svalutata a livello mondiale nel corso del 2021, dopo la lira turca. La differenza, tuttavia, è notevole. Se, difatti, la valuta della Turchia ha subito una svalutazione del 94,5 per cento, il peso ha perso il 14,7 per cento, secondo un report elaborato dal Bloomberg.

peso argentino svalutazione 2021

Nella regione latinoamericana il trend della svalutazione ha colpito anche il peso cileno e colombiano, rispettivamente dell’11,1 e del 10,6 per cento. Colpito anche il sol peruviano che, con il won coreano e il bath tailandese, entra nella lista delle divise più svalutate nel 2021. Al contrario, il renminbi cinese e il dollaro di Taiwan e Hong Kong sono le monete che meno hanno perso sul biglietto verde statunitense.

Secondo Bloomberg, nel 2021 tutte le più importanti monete dell’America Latina hanno perso valore rispetto al dollaro Usa. Vale sia per le economie più deboli del subcontinente americano, maggiormente colpite dall’inflazione, sia per quei paesi con economie più performanti che hanno svalutato la propria valuta. Uno scenario che vede sommarsi la pandemia con le sue misure restrittive, come la chiusura delle frontiere, che ha inciso più della instabilità economica e finanziaria dei singoli paesi.


Altri fattori hanno aggravato la svalutazione del peso argentino. Gli analisti li individuano nel ritardo dell’accordo di ristrutturazione del debito col Fondo monetario internazionale, nel divario tra il cambio ufficiale col dollaro e quello parallelo, ma anche inflazione e aumento del debito pubblico.

Inflazione in Argentina, lieve calo nell’ultimo mese. Ma nel 2021 è al 45,4 per cento

TI POTREBBERO INTERESSARE