Cala il rischio paese dell’Argentina, misurato da JP Morgan sui buoni del Tesoro americano. Durante l’ultima giornata finanziaria ha toccato i 1.064 punti base per poi attestarsi a 1.083. Si tratta di un miglioramento notevole considerando il punto di partenza di mercoledì 9 settembre, chiudendo a 2.147. Come sottolineano gli analisti di JP Morgan, è l’evidente effetto positivo della recente ristrutturazione del debito argentino emesso sotto legislazione straniera.

rischio paese argentina debito jp morgan 10 settembre

Quello di oggi è il migliore risultato nell’anno in corso, tuttavia superiore all’indice di rischio paese precedente alle elezioni primarie dell’agosto 2019 (il 12 agosto era pari a 877). In quella occasione, difatti, i mercati reagirono negativamente a quello che già allora si profilava come un deciso cambio politico tra l’amministrazione di Mauricio Macri e quella, poi entrata in carica a dicembre, del peronista Alberto Fernández.


L’ingresso nel mercato dei nuovi titoli emessi da Buenos Aires in sostituzione di quelli ristrutturati veicola l’idea concreta di un debito più sostenibile per l’Argentina, con un risparmio notevole per il paese. Con nuove scadenze, coupon più ‘leggeri’ e i prossimi quattro anni caratterizzati da scadenze più in linea con l’assetto macroeconomico nazionale, di fatto, allontanano dall’orizzone possibili problemi di pagamento da parte del Tesoro argentino.


I tassi di interesse dei titoli appena emessi si adattano al nuovo scenario economico-finanziario e, di riflesso, migliora il rischio paese. Secondo gli analisti finaziari, l’aspettativa dei mercati per il futuro dell’Argentina è positiva, anche se, ovviamente, lontana da ogni atteggiamento ‘euforico’. Si prevede altresì una ulteriore diminuzione del rischio paese, condizione che, aggiungono però gli addetti ai lavori, potrà avverarsi molto lentamente, soprattutto con una economia utleriormente frustrata dalle misure anti Covid.

Effetto ristrutturazione: S&P rivede (di poco) la valutazione dei titoli argentini

Debito, così l’Argentina si è trovata nei guai. Governo dopo governo, record Macri

Economia argentina e Covid, primo semestre -12,9%. Ma flessibilizzazione delle misure funziona

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE