argentina crociere buenos aires puerto madryn ushuaia patagonia

Crociere, un milione di turisti in Argentina in un solo anno. Il boom del turismo guarda anche all’acqua


L’industria delle crociere punta all’arrivo di un milione di turisti in Argentina nel 2023. È spiegato in un rapporto del Centro argentino della navigazione, che raggruppa le agenzie di navigazione e gli altri enti di settori. Tra i fattori di crescita, oltre alla tendenza di aumento del settore turistico, indica il miglioramento insfrastrutturale, la diminuzione dei costi connessa alla svalutazione della moneta nazionale e una rinnovata normativa.

argentina crociere buenos aires puerto madryn ushuaia patagonia


La previsione si basa anche sull’incremento del 50 per cento che l’industria crocieristica nel paese sudamericano ha registrato a Buenos Aires, Puerto Madryn e Ushusia tra le stagioni 2015/2016 e quella del 2019/2020.

Fondamentale la riduzione dei costi, che incide sul prezzo finale delle crociere. Tra gli altri, la riduzione del costo del pedaggio del 20 per cento, del 66 per cento i diritti doganali a carico di passeggeri, come anche i diritti portuali a Buenos Aires del 53 per cento, del 33 a Ushuaia e fino al 25 a Pueto Madryn.

argentina crociere buenos aires puerto madryn ushuaia patagonia


Dunque, anche l’industria crocieristica ha le carte in regola per inserirsi nella recente virtuosità del turismo in Argentina che, tra il 2015 e il 2018 ha registrato un aumento del 21 per cento passando da 5.736.000 a 6.940.000 arrivi internazionali.

Oltre alla competitività delle principali monete mondiali e regionali sul peso argentino, anche l’apertura di nuove rotte aeree concesse a compagnie low cost che collegano l’Argentina con sempre più città del continente e del resto del mondo.

La Penisola Valdés luogo migliore del Sudamerica per avvistamento di balene