argentina turismo straniero aumento

Turismo in Argentina in netto aumento: effetto svalutazione, il paese conviene di più


Il turismo in Argentina continua a segnare numeri positivi, come ampiamente previsto nei mesi scorsi. Se il 2018 ha visto un aumento di arrivi di turisti stranieri per il 3,4 per cento (quasi sette milioni in termini nominali), il primo trimestre del 2019 mostra una tendenza inarrestabile. Effetto di una buona promozione all’estero ma anche, e soprattutto, della svalutazione del peso argentino rispetto alle monete forti e a quelle di alcuni paesi della regione.

Tra il 1 gennaio e il 31 marzo – informa l’istituto nazionale di statistica – sono entrati in Argentina 839.700 turisti, con uno spiccato aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Addirittura +23,1 per cento. Al contrario, altra conseguenza delle attuali difficoltà del paese, sono diminuiti in modo consistente le partenze per l’estero degli argentini: ci ha rinunciato il 17 per cento rispetto alla cifra del 2018.

argentina turismo straniero aumento


Il solo mese di marzo 2019 ha visto attraversare la frontiera a 267.600 persone. In uscita, invece, 387.400 residenti, con un calo del 15,1 per cento comparato a marzo 2018.

La quasi totalità della movimentazione turistica del trimestre (88,5 per cento) è stata intercettata dagli aeroporti di Buenos Aires, Ezeiza e Aeroparque, anche qui con aumenti su anno, rispettivamente, del 19,5 per cento. Trend che conferma la necessità delle opere di ampliamento e modernizzazione degli scali del paese.

argentina turismo straniero aumento


Difatti, nel resto degli aeroporti l’aumento del turismo straniero a marzo ha registrato un ottimo +60 per cento rispetto all’anno precedente. Si tratta di turisti provenienti principalmente da Cile, Brasile e altri Stati americani, un aspetto che sottolinea la convenienza, per il turismo argentino, della recente apertura delle rotte alle nuove compagnie low cost, molte delle quali operano con i principali paesi del continente.

I più numerosi a entrare per turismo in Argentina sono stati gli europei, con un aumento di oltre il 12 per cento. Secondo nella lista, grazie anche alla tenuta del real rspetto al peso, i brasiliani: in questo caso l’aumento in termini percentuali è più marcato, un +76,3 per cento che indica più che negli altri casi la convenienza dell’Argentina per parte della regione. A seeguire, cittadini Usa e canadesi.

Turismo, Argentina nei 10 paesi top per qualità-prezzo. E tra i 7 preferiti al mondo