Ventunesima edizione per La Corsa di Miguel, la cui prima edizione ha visto i podisti correre sulle strade di Roma nel 2000. Promossa dal Club Atletico Centrale con il patrocinio di Fidal, Uisp, Regione Lazio, Roma Capitale e ambasciata argentina a Roma, e con la collaborazione di Sport e Salute e dell’Istituto per il Credito Sportivo, ricorda la figura di Miguel Benancio Sánchez, maratoneta-poeta argentino desaparecido, scomparso il 9 gennaio del 1978. Anche Miguel una delle vittime della dittatura militare che ha insanguinato e terrorizzato l’Argentina dal 1976 al 1983.

la corsa di miguel 2020 roma sanchez


La Corsa di Miguel è una iniziativa nata dall’idea del giornalista della Gazzetta dello Sport Valerio Piccioni e organizzata dal Club Atletico Centrale. La prima edizione contò con la partecipazione di 1.500 podisti e fu vinta da Josep Saturlino, che ricevette la coppa dalle mani di Elvira Sánchez.

la corsa di miguel 2020 roma sanchez


L’edizione 2020, con partenza alle 9.30 di domenica 19 gennaio, pensa in grande, puntando a diecimila partecipanti. Non tutti runner professionisti, tra una prova competitiva e non di dieci chilometri e una passeggiata su un percorso più breve, di tre chilometri.

la corsa di miguel 2020 roma sanchez


Ma la Corsa di Miguel è anche una occasione di partecipazione, di cittadinanza attiva su uno dei temi più urgenti in questo momento storico, con la presenza delle scuole impegnate nella Strantirazzismo, la passeggiata di tre chilometri che partirà alle 10.45 dal Ponte della Musica e arriverà all’Olimpico subito dopo la gara dei dieci chilometri.

Quest’anno la Strantirazzismo ricorda lo storico antirazzista Mauro Valeri, è una delle tappe di un progetto, ideato con la Regione Lazio, che prevede incontri nelle sedi scolastiche e gare in pista a febbraio e a marzo.

La Corsa di Miguel, ventesima edizione record in memoria del podista argentino desaparecido

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE