Novità per i cittadini italiani residenti nel Noa, la regione nord-occidentale composta dalle province di Salta, Jujuy, Tucumán e Santiago del Estero. Dal 1 gennaio 2019, i connazionali residenti in queste quattro province argentine potranno richiedere il passaporto senza necessità di recarsi a Córdoba, il cui consolato generale è competente per quel territorio. A comunicarlo sono gli uffici della rappresentanza consolare, spiegando che dal prossimo anno organizzerà periodicamente appuntamenti nelle rispettive capitali – quindi San Miguel de Tucumán, Salta, San Salvador de Jujuy e Santiago del Estero – per procedere alla raccolta delle impronte digitali dei connazionali.

I cittadini interessati al servizio potranno prenotarsi per gli appuntamenti attraverso il Prenota online ‘Passaporti Noa’. Successivamente riceveranno una email di conferma, generata automaticamente dal sistema, con la quale si verrà informati che il consolato generale li contatterà per comunicare data, luogo e l’ora dell’appuntamento per la raccolta delle impronte.


Questo servizio è comunque facoltativo giacché il cittadino interessato al rilascio del passaporto potrà sempre prenotare un appuntamento presso il Consolato generale d’Italia a Córdoba, tramite il Prenota online Ufficio passaporti.


Il consolato precisa che la data contenuta nella email di conferma non è quella dell’appuntamento per la raccolta delle impronte. La data esatta dell’appuntamento, difatti, sarà solamente quella indicata nella comunicazione successiva che il consolato generale invierà al cittadino che si è prenotato. All’atto dell’utilizzo del sistema Prenota online sarà necessario indicare un indirizzo email usato abitualmente e un recapito telefonico, oltre all’indirizzo esatto di residenza. Un’altra precisazione operativa: saranno accettate unicamente le prenotazioni online effettuate con computer che usano linee con Ip argentini.

I turni potranno essere prenotati nel periodo che va dal 1 dicembre 2018 al 28 febbraio 2019. Il consolato generale indicherà, con proprio comunicato, le successive finestre temporali di prenotazione. Tuttavia, gli appuntamenti per la raccolta delle impronte saranno fissati dal consolato una volta che saranno acquisite almeno venti prenotazioni per ognuna delle quattro province.

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE