Essere una star a 88 anni, senza volerlo, combinando una passione e un amore eterno. La passione è quella per la cucina, l’amore è quello verso la sua terra d’origine, l’Italia. Diversi organi di stampa in Argentina si sono recentemente occupati di Nonna Violetta. All’anagrafe è Violetta Fantini Di Lallo.

nonna violetta fantini campana argentina youtube cucina abruzzese

Il 2 febbraio del 1954 quella che, decenni dopo, sarebbe diventata Nonna Violetta si imbarcò da Genova per l’Argentina. La nave Santa Fe arrivò al porto di Buenos Aires dopo dicciotto giorni, potendo riabbracciare il marito Giovanni Di Lallo che per rincorrere il sogno sudamericano era partito due anni prima. Nella loro casa di Campana, nella provincia di Buenos Aires, cominciò laloro seconda vita lontani da casa: Fossacesia, località abruzzese della provincia di Teramo che oggi conta poco più di seimila abitanti.


Nonna Violetta ha un suo canale YouTube attraverso il quale diffonde il sapere e che oggi conta la bellezza di oltre trentamila iscritti. Un sapere antico, di tradizione, con tanto di video tutorial per realizzare ricette della sua terra d’origine.


nonna violetta fantini campana argentina youtube cucina abruzzese

Come sottolinea il quotidiano argentino Infobae, Violetta Fantini non ha mai perso il suo accento, nonostante la sua permanenza in Argentina viaggi ormai verso i settant’anni. “Non ho mai dovuto imparare lo spagnolo perché ero circondata da immigrati. Non parlo neanche italiano bensì il dialetto della provincia di Chieti”, spiega l’arzilla abruzzese.

nonna violetta fantini campana argentina youtube cucina abruzzese

La sua è stata la classica vita di un italiano che arrivava nel secondo dopoguerra in Argentina destinato al sacrificio. Racconta di non aver girato molto per il paese: “Conosco solo Campana, neanche a Mar del Plata sono mai stata”. In Italia è riuscita a tornare solo quattro volte ma della sua vita tricolore ha conservato tutto in termini di usi e costumi.


Nonna Violetta vive a Campana con sua figlia Teresa, suo genero e le sue nipotine, Sol e Milagros. La figura da ‘influencer’ è nata durante la quarantena. Non potendo realizzare i tradizionali pranzi della domenica, con la fondamentale collaborazione delle nipoti ha deciso di condividere il video della ricetta dei ravioli.

È stato il primo successo, poi seguito da altri che, addirittura, hanno totalizzato anche ventimila visualizzazioni. Il resto lo ha fatto la velocità della rete, ‘cavalcando’ l’onda del gusto e della curiosità per l’Italia e le sue bontà.

Nostra Signora di Bonaria, a Cagliari: ‘dove è nato’ il nome della città di Buenos Aires

Loading...

TI POTREBBERO INTERESSARE